Cronaca

Segati all'alba i "cartelli pazzi" di via Tentorio

I due filari di cartelli pazzi di via Tentorio sono spariti. Tagliati. Segati. Il "blitz" è stato compiuto questa mattina all'alba. Intorno alle 5 alcuni operai del settore Reti e segnaletica del Comune di Como stavano lavorando per rimuoverli...

I due filari di cartelli pazzi di via Tentorio sono spariti. Tagliati. Segati. Il "blitz" è stato compiuto questa mattina all'alba. Intorno alle 5 alcuni operai del settore Reti e segnaletica del Comune di Como stavano lavorando per rimuoverli tutti. Da oggi via Tentorio (che porta alla Motorizzazione e all'imbocco della nuova tangenziale di Como) appare come una normale strada. Ha perso la sua attrazione che tanta ilarità ma anche incredulità ha suscitato negli ultimi mesi. Infatti, il caso degli innumerevoli cartelli stradali posti a pochi metri l'uno dall'altro per indicare l'inizio e la fine di una miriade di piste ciclabili e pedonali ha rappresentato forse una delle notizie più curiose, divertenti e surreali di questa primavera. Tanto da indurre l'indomito Capitan Ventosa di Striscia la Notizia a venire a Como per portare poi alla ribalta nazionale quella assurdità.

Dagli uffici comunali si è appreso che i cartelli posizionati a suo tempo da Pedelombarda sono sempre stati considerati "un errore". L'amministrazione comunale ha potuto rimuoverli solo dopo che la strada - che rientrava nel cantiere connesso alla realizzazione della nuova tangenziale - è stata riconsegnata al Comune al quale spettano ora tutte le competenze in materia di viabilità. Sono di fatto stati lasciati solo i cartelli indispensabili ed è stato aggiunto il segnale di attraversamento pedonale che prima mancava.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Segati all'alba i "cartelli pazzi" di via Tentorio

QuiComo è in caricamento