Cronaca

Scuole sicure: spaccio e ricettazione fra i ragazzi degli istituti di Como

Controlli fra i banchi con i cani antidroga

Prima della campanella delle 8, gli agenti dell'unità cinofila hanno controllato diversi istituti di Como

Erano iniziati nel 2019 dando da subito importanti risultati. Ora, a gennaio, sono ripresi i controlli antidroga della polizia locale di Como negli istituti del capoluogo. Un progetto, Scuole Sicure, che coinvolge Comune e Prefettura e che si è rivelato particolarmente efficacie grazie al coinvolgimento delle unità cinofile.

Nel mese di gennaio e nella prima metà di febbraio sono stati controllati l’Istituto Tecnico Caio Plinio, il liceo Casnati e l’Istituto Pascoli di via Mentana. La polizia locale, in collaborazione con i presidi e i docenti, ha fatto ispezioni prima del suono della campanella, trovando quattro giovani (due maggiorenni e due minorenni) in possesso di modiche quantità di droga (circa 5 grammi di marijuana e hashish). I ragazzi sono stati segnalati al prefetto e le sostanze sequestrate.

Uno studente 18enne è stato invece denunciato a piede libero per spaccio, perché colto in flagranza alla stazione Como Borghi mentre vendeva dell’hashish a uno studente minorenne, quindi a suo carico anche le aggravanti per spaccio ai minori e in prossimità delle scuole. Grazie alla perquisizione, gli sono stati trovati addosso 10 grammi di hashish.     

Controllando invece un gruppo di studenti in piazza Vittoria, gli agenti hanno trovato nello zaino di un minorenne un cellulare, di cui il ragazzo non era in grado di spiegare la provenienza, quindi il giovane è stato deferito alla Procura della Repubblica per ricettazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole sicure: spaccio e ricettazione fra i ragazzi degli istituti di Como

QuiComo è in caricamento