Cronaca

Scansione targa, foto al cruscotto e cloud: le multe degli ausiliari Csu diventano infallibili

Se già prima era difficile sfuggire ai controlli agli ausiliari della sosta "armati" di pettorina e blocchetto per le multe, da ora in poi sarà pressoché impossibile. E soprattutto, se anche un "errorino" nel lasciare l'auto in sosta nelle strisce...

pidion

Se già prima era difficile sfuggire ai controlli agli ausiliari della sosta "armati" di pettorina e blocchetto per le multe, da ora in poi sarà pressoché impossibile. E soprattutto, se anche un "errorino" nel lasciare l'auto in sosta nelle strisce blu l'avete fatto (tagliando scaduto o non messo del tutto, per esempio), confidare all'italiana nell'errore di scrittura del verbale lasciato sotto il tergicristallo per un eventuale ricorso sarà utopia.

ausiliareDa qualche giorno, infatti, gli ausiliari sono dotati di un sofisticato apparecchio portatile (il nome è Bip 5000 black) che ha computerizzato e reso sostanzialmente infallibile la compilazione delle multe. In pratica, grazie a questo apparecchio - per ora in fase di test - l'ausiliario riesce a rilevare immediatamente la targa semplicemente puntandola verso l'obiettivo. Poi può scattare foto sia del veicolo, sia in particolare del cruscotto dove deve (o dovrebbe) essere esposto il tagliando del parcometro, così da rilevarne l'eventuale irregolarità (per esempio se scaduto rispetto all'importo pagato) o addirittura l'assenza. Dopo di che, tutti i dati immagazzinati nella memoria del dispositivo vengono salvati in un cloud dedicato (di fatto un server sempre accessibile tramite connessione Internet da computer o cellulare, ovunque si sia e in qualsiasi momento). Questa "nuvola" di dati, infine, sarà accessibile direttamente dalla polizia locale.

E qui i casi sono due: o l'automobilista multato avrà già pagato la sanzione che avrà trovato sotto il tergicristallo come una sorta di "scontrino" stampato alla perfezione entro i 5 giorni che danno diritto alla riduzione dell'importo; oppure, per l'appunto, i vigili spediranno la tradizionale multa a casa.

Come si diceva, ora è in corso il test sul campo del Bip 5000. Se, come pare probabile, l'esito della prova sarà positivo, il sistema entrerà ufficialmente in dotazione.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scansione targa, foto al cruscotto e cloud: le multe degli ausiliari Csu diventano infallibili

QuiComo è in caricamento