rotate-mobile
Cronaca Cantù / Piazza Garibaldi

Lago di sangue nella notte a Cantù, tre uomini accoltellati durante una rissa. Sono gravi

Il ragazzo più grande è sospettato di avere inferto materialmente i fendenti che hanno ferito gravemente tre persone

Emergono nuovi agghiaccianti dettagli sulla violenta rissa avvenuta nella notte tra l'1 e il 2 giugno a Cantù in piazza Garibaldi, poco dopo le 3. Un gruppo di giovani uscendo da una discoteca del centro, si è fermato in piazza dove erano già presenti altre persone. Ed è qui che si è letteralmente scatenato l’inferno. Sono circa 70 le persone in qualche modo coinvolte o testimoni della maxi rissa, italiani e stranieri. Chi era presente ha descritto quello che accadeva in piazza come scene del film Arancia Meccanica, per l'efferatezza e la violenza inaudita di chi partecipava alle varie aggressioni. Alcuni testimoni parlano di attacchi di dieci persone conto una, tenuta ferma mentre gli veniva sbattuta ripetutamente in testa una transenna. Gli aggressori più giovani agivano in branco. Uno di loro ha tirato fuori il coltello e ha ridotto in fin di vita due persone e ferito una terza, mentre i suoi complici erano impegnati a braccare le vittime. 

Sono tre infatti , e non due come si pensava in un primo momento, i feriti gravi. Il primo è un uomo di 33 anni di Cantù, il più grave, ed è ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza. È stato in coma farmacologico per ore e adesso rimane in prognosi riservata. All’altro uomo ferito, un 44enne, sarebbe stata esportata la milza. Il terzo, un 28enne canturino sarebbe il meno grave. 

Denunciati tre minorenni e un 18enne

I carabinieri di Cantù hanno individuato come persone coinvolte nei fatti e denunciato per tentato omicidio in concorso tre minorenni, già conosciuti nell’ambito delle baby gang sul territorio canturino. Il più giovane ha 14 anni, gli altri 16 e 17. Alla rissa ha partecipato anche un 18enne che si sarebbe costituito ai carabinieri nella serata di ieri ed è stato potato al Bassone. Secondo l'ipotesi dei militari sarebbe lui ad avere materialmente tirato i fendenti con il coltello. I tre minorenni sono in carcere al Beccaria di Milano.

Le indagini

Il nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri è stato supportato dalla polizia locale durante i primi e delicatissimi momenti successivi alla rissa. Indagano sulla vicenda i carabinieri di Cantù che hanno raccolto le testimonianze delle alte persone presenti e visionato le immagini delle video camere di sorveglianza.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di sangue nella notte a Cantù, tre uomini accoltellati durante una rissa. Sono gravi

QuiComo è in caricamento