Cronaca

Salasso Pedemontana, il Pd: "Pronti a mobilitazione". Legambiente: "Peggio della BreBeMi"

Il Partito Democratico e Legambiente si scagliano contro la maggioranza che regge la Regione e contro la Società Pedemontana alla luce dei pedaggi definitivi e più salati del previsto per la Tangenziale di Como e per il complesso della rete viaria...

alfieri

Il Partito Democratico e Legambiente si scagliano contro la maggioranza che regge la Regione e contro la Società Pedemontana alla luce dei pedaggi definitivi e più salati del previsto per la Tangenziale di Como e per il complesso della rete viaria della nuova infrastruttura. Lancia in resta sono partiti il segretario regionale del Pd, Alessandro Alfieri, e il consigliere regionale comasco Luca Gaffuri che in particolare prendono di mira il governatore Roberto Maroni e la Lega Nord.

gaffuri"La Lega - hanno dichiarato Alfieri e Gaffuri - è passata dalla propaganda del pedaggio zero ad avallare, di fatto, con la sua maggioranza in Regione, i pedaggi più alti d'Italia sulle tangenziali di Como e Varese e sul tratto autostradale Cassano Magnago-Lomazzo. Questi rincari disincentiveranno l'utilizzo dell'opera di cui, peraltro, non si sa ancora se verrà terminata. Rischia di essere una beffa per i lombardi". Peraltro va sottolineato che oltre alla beffa del pedaggi - sulla Tangenziale di Como persino più simbolica che tecnica, visto che la cifra finale Como-Villa Guardia passa dai 60 centesimi a 62 - nessuno a Como e provincia sa ancora chi e come da Milano manterrà la promessa di mantenere comunque gratis la tratta lariana fino a inizio 2016. Una prospettiva più volte evocata ufficiosamente dai piani alti del Pirellone ma che finora non ha trovato lo straccio di una conferma ufficiale. "Abbiamo chiesto l'audizione, che si terrà il prossimo 15 ottobre, con Pedemontana, Cal e l' assessore regionale Sorte - chiudono i due esponenti dem al Pirellone - Se non ci saranno risposte esaurienti daremo vita a forme di mobilitazione sul territorio nei confronti di un balzello senza precedenti". dario-balottaSi diceva che anche Legambiente ha stroncato le ultime amare novità legate ai pedaggi per Pedemontana e sistemi tangenziali. Durissimo, infatti, è Dario Balotta: "La caduta di Pedemontana è sempre più veloce - afferma Balotta - solo settimana scorsa ha incassato dalle banche un "grazie non ci interessa finanziare l'opera" e già ieri ha peggiorato la situazione pubblicando le tariffe che si dovranno pagare da novembre sulle poche tratte realizzate. Tariffe più alte di quelle già salate previste nei mesi scorsi. e questo nonostante la Regione, che Pedemontana la controlla, avesse appena dichiarato che si sarebbe pagato di meno".

tangenziale-7sett15-1"Il dato - continua Balotta, che invita a rivedere profondamente il progetto originario - è che la tariffa di Pedemontana è più cara delle peggiori aspettative, peggio della BreBeMi che già è vuota e oltre il doppio delle già care A8 e A9. Addirittura per percorrere poco più di 20 km da Cassano Magnago a Lentate sul Seveso si pagheranno oltre 4 euro; 8 al giorno per l'andata e ritorno, oltre 150 euro al mese per il pendolare, che per meno di mezz'ora di tempo in più può percorrere gratis la forcella A8/A9 e la novedratese. Cosa credete che sceglierà il pendolare? Pedemontana è destinata a peggiorare la performance già fallimentare di BreBeMi, con la differenza che almeno BreBeMi è finita e tocca pagarne i debiti, mentre Pedemontana è ferma al 30% dopo aver speso un miliardo di soldi pubblici e con queste uscite non proseguirà mai, anche perchè visto il crollo di traffico dal primo novembre (non a caso giorno dei morti) possiamo scommettere che difficilmente il 16 novembre le banche faranno la fila per finanziare Pedemontana".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salasso Pedemontana, il Pd: "Pronti a mobilitazione". Legambiente: "Peggio della BreBeMi"

QuiComo è in caricamento