Cronaca

Rumors: Fermi nuovo assessore regionale "alle paratie", Comune commissariato

E se da qui a 2-3 settimane il nuovo assessore regionale "alle paratie" (e ovviamente a molto altro) diventasse l'attuale sottosegretario comasco Alessandro Fermi (Forza Italia)? Gossip politico, per ora. Ma ipotesi che, anche allo stato "larvale"...

Mantovani-13-19feb15

In seguito alla serie di bufere giudiziarie che hanno dapprima travolto l'ex vicepresidente e assessore alla Sanità, Mario Mantovani, costringendolo alle dimissioni, e poi il padre della (contestata) riforma sanitaria, cioè il leghista Fabio Rizzi, la delega alla materia è in mano al presidente Roberto Maroni. Ma ora, soprattutto per i mille grattacapi e strascichi che l'incombenza porta con sé sia a livello politico sia giudiziario, il numero uno di Palazzo Lombardia si sarebbe deciso a riassegnare la Sanità ad altri.

????????????????????????????????????E per scegliere questi "altri", due sembrano le piste più esplorate: un nome da pescare all'esterno quella meno accreditata; la scelta di Viviana Beccalossi quella più accreditata. Ce ne sarebbe una terza, ma qui siamo per ora alla fantasia pura e riguarderebbe già in prima battuta proprio Alessandro Fermi promosso da sottosegretario ad assessore alla Sanità. Ad oggi, però, questo salto - almeno per l'incarico specifico in ballo - appare senza reale fondamento.

Torniamo, dunque, allo scenario che in queste ore viene considerato come il più attendibile: Viviana Beccalossi nuovo assessore alla Sanità. Un gran colpo per Fratelli d'Italia, che assumerebbe uno degli incarichi più pesanti di tutta la Regione (con annessi grattacapi, naturalmente).

paratie-19feb16-4Questa mossa, però, determinerebbe in prima istanza un contraccolpo negativo per Forza Italia, visto che la "casella" in origine era assegnata al partito di Berlusconi. Ma per addolcire l'amara pillola all'alleato, il governatore potrebbe mettere una pezza proprio "elevando" ad assessore Alessandro Fermi. E, ovviamente, assegnando a lui le deleghe che sarebbero liberate da Viviana Beccalossi, ossia Urbanistica e Territorio. Il che significherebbe, a suo volta, che al coordinatore comasco di Forza Italia toccherebbe in sorte la competenza diretta sul cantiere delle paratie, cosa che probabilmente farebbe felice pure Maroni visto si troverebbe ad avere un colonnello comasco direttamente sul cantiere forse più complicato di tutta la Lombardia. Con un "plus" ipotetico ulteriore: semmai i lavori sul lungolago di Como dovessero ripartire e, chissà, magari un giorno concludersi, potrebbe essere Fermi (e indirettamente Maroni e la Regione) a tagliare il nastro. E magari - altra voce che circola con insistenza pure a Palazzo Cernezzi - dopo aver commissariato definitivamente il Comune sulla direzione dei lavori, scenario accreditato potenzialmente realizzabile persino prima dell'estate (il ruolo di Responsabile unico del procedimento potrebbe restare in capo all'amministrazione).

Un cumulo di fantasie? Escluderlo non è possibile, ovviamente, visto che il totonomine in politica vale quanto il calciomercato estivo. Ma di questi temi a Milano si parla davvero ed entro una ventina di giorni, a nomina del nuovo assessore alla Sanità avvenuta, la verità verrà a galla per spazzare o confermare le suggestioni del momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rumors: Fermi nuovo assessore regionale "alle paratie", Comune commissariato

QuiComo è in caricamento