rotate-mobile
Cronaca

Riti vudù per "aiutare" il traffico di cocaina dall'Africa a Malpensa: smantellata organizzazione nigeriana

Arrestate due persone e sequestrati 3 chili di sostanza stupefacente

Smantellata dagli uomini della Guardia di Finanza di Malpensa un'organizzazione criminale nigeriana che importava cocaina in Italia passando soprattutto dall'aeroporto di Malpensa. L'operazione denominata "ritual" ha preso il via con l'arresto di un uomo proveniente dalla città etiope di Addis Abeba, il quale aveva cercato di superare i controlli dopo vere ingoiato 92 ovuli di cocaina.
Secondo quanto ricostruito dai finanzieri nel corso delle indagini coordinate dalla Procura di Busto Arsizio, il sodalizio criminale aveva base a Torino. In particolare i referenti dell'organizzazione era una coppia di nigeriani residenti nel capoluogo piemontese i quali sono stati arrestati. Per cercare di favorire le "spedizioni" e i trasporti dei loro corrieri si avvelevano di riti propiziatori di tipo vudù che venivano praticati da "santoni" nel Paese di partenza della droga. Da qui la denominazione di "ritual" delle indagini. 

Le indagini e i controlli della Guardia di Finanza all’aeroporto di Malpensa hanno permesso di arrestare un ulteriore corriere, una donna nigeriana residente a Torino, trovata in possesso di oltre 530 grammi di cocaina e di ricostruire altre due importazioni di droga effettuate dalla stessa donna poche settimane prima del suo arresto.
Le indagini, supportate dall’analisi dei trasferimenti di denaro, studio dei tabulati telefonici, osservazioni, pedinamenti, accertamenti tecnici, nonché dall’utilizzo dei cani antidroga, hanno permesso di scoprire le diverse metodologie attuate dall’organizzazione criminale, da un lato, per reperire lo stupefacente e, dall’altro, immetterlo illegalmente nel territorio nazionale. La droga oltre a giungere via aerea dal continente africano, arrivava in transito anche dall’Europa, attraverso altri canali, ritenuti dagli organizzatori più “sicuri” per i loro fini criminali, impartendo ai corrieri specifiche modalità di acquisto di titoli di viaggio per autobus volte a far acquistare i biglietti solo pochi minuti prima della partenza del mezzo.

A conclusione dell’attività d’indagine, sono stati eseguiti recentemente nella città di Imperia anche due fermi di polizia giudiziaria emessi dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio nei confronti di altre due persone coinvolte nel traffico internazionale di cocaina mentre erano in procinto di fuggire dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riti vudù per "aiutare" il traffico di cocaina dall'Africa a Malpensa: smantellata organizzazione nigeriana

QuiComo è in caricamento