Cronaca

Rifiuti, ok alla diminuzione delle tariffe. Magatti: "Faremo imboscate contro i furbi"

Il consiglio comunale ieri sera ha approvato le nuove tariffe della raccolta differenziata che - sebbene in termini ancora piuttosto ridotti - segnano un primo decremento (qui trovate tabelle e cifre per le utenze domestiche e commerciali)...

Il lettore non ne può più: "In via Scalabrini sempre sacchi viola e neri in strada. Perché?"

Il consiglio comunale ieri sera ha approvato le nuove tariffe della raccolta differenziata che - sebbene in termini ancora piuttosto ridotti - segnano un primo decremento (qui trovate tabelle e cifre per le utenze domestiche e commerciali). Nell'ambito del dibattito sviluppatosi in aula, l'assessore all'Ecologia Bruno Magatti - soddisfatto per i risultati ottenuti - ha ribadito l'intenzione di non dare tregua a chi trasgredisce ancora le regole (e, anche sulla base delle segnalazioni dei consiglieri, sembrano ancora diversi). Nel rispondere al consigliere leghista Diego Peverelli che chiedeva l'impiego delle telecamere, così come la consigliera comunale di Forza Italia Anna Veronelli che chiedeva più controlli lamentando "l'inciviltà di alcuni cittadini che non rispettano gli orari di esposizione dei sacchi, li abbandonano sovente in mezzo al marciapiede ostruendo il passaggio oppure addirittura nei normali cestini a lato strada e spesso non fanno alcuna differenziata", l'assessore ha volutamente pronunciato una frase provocatoria.

bruno-magatti"Rispetto al tema - ha affermato Magatti - non si può sempre dire che noi amministratori non siamo capaci di fare le cose perché c'è anche qualcuno che non sta al gioco. Noi, però, non abbiamo la possibilità di affidare al personale di Aprica la possibilità il compito della sanzioni che è della polizia locale. Abbiamo acquistato con le risorse delle Guardie Ecologiche Volontarie una telecamera che non stiamo usando solo perché non è stata ancora chiusa l'assicurazione contro i furti (qui come funziona). Domani (oggi, ndr) abbiamo un incontro con la polizia locale proprio per l'utilizzo di questo strumento che useremo, lasciatemi usare questa parola che magari sembra un po' cattiva, per fare qualche imboscata contro chi ricorrentemente, in angoli più o meno nascosti della città, continua a regalarci o il suo rifiuto domestico, compresi i pannolini o altri rifiuti di questo tipo. Nello stesso modo, di fronte, per fare un esempio, al problema del locale pubblico o del pub che mette il vetro nel cestino, il primo dispetto che gli fai è che per prima cosa glielo togli e lo sposti a 200 metri di distanza. Non è la soluzione al problema, ovviamente, ma almeno rendi meno scomodo l'atto scorretto. Una città - ha concluso l'assessore - diventa civile non se gli amministratori hanno obiettivi importanti, ma se tutti i cittadini stanno al gioco". Sempre nel corso della seduta, Magatti ha rivendicato i 39 posti di lavoro creati con la differenziata per via delle assunzioni di Aprica e ha ribadito la prossima collocazione dei 700 nuovi cestini e delle 42 isole ecologiche per parchi e giardini da poco acquistati dall'amministrazione.

utenze-domestiche-18feb16

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, ok alla diminuzione delle tariffe. Magatti: "Faremo imboscate contro i furbi"

QuiComo è in caricamento