Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Residenti in consiglio comunale contro l'antenna radio di Brunate

Un folto gruppo di residenti della frazione di Civiglio e del Comune di Brunate, si sono presentati lunedì sera in consiglio comunale a Como per parlare con il sindaco Mario Lucini e l'assessore all'Urbanistica Lorenzo Spallino. Motivo? Chiedere e...

Un folto gruppo di residenti della frazione di Civiglio e del Comune di Brunate, si sono presentati lunedì sera in consiglio comunale a Como per parlare con il sindaco Mario Lucini e l'assessore all'Urbanistica Lorenzo Spallino. Motivo? Chiedere e capire che cosa fare per impedire che sulla cima della montagna di Brunate, in località Le Colme (in realtà sul territorio comunale di Como) venga realizzata una antenna radio da 60 metri. Il timore dei cittadini è che l'antenna possa emettere onde radio nocive per la salute e che deturpi, inoltre, il paesaggio. nel 2010, in effetti, il Comune aveva rilasciato il permesso all'emittente di costruire l'antenna, ma poi, dopo la protesta dei residenti, il permesso fu annullato. La società proprietaria dell'emittente, però, ha fatto ricorso al Tar e l'ha vinto. Il Tar ha annullato l'atto con cui il Comune aveva annullato il permesso a costruire.

I residenti, quindi, hanno chiesto al sindaco e all'assessore Spallino che cosa il Comune intenda fare. Dalle parole del sindaco e dell'assessore è emersa chiara l'intenzione di cercare la soluzione affinché l'antenna non venga realizzata. Per prima cosa il Comune ricorrerà in appello contro la sentenza del Tar in modo da fermare, per il momento, la realizzazione dell'antenna. Dopodiché si cercherà di capire se esistano realmente i presupposti di interesse pubblico affinché si possa annullare, una volta per tutte, il permesso a realizzare l'antenna. La ex consigliera comunale Roberta Marzorati (Lista Per Como), punto di riferimento dei cittadini nella battaglia contro il cosiddetto Ciclope di Brunate, ha paventato, però, anche il rischio che l'emittente qualora vinca, possa chiedere un danno stimabile oltre il milione di euro. Infatti, l'antenna di proprietà dell'emittente avrebbe potuto ospitare altre emittenti sotto pagamento di un canone annuo.

Si parla di

Video popolari

Residenti in consiglio comunale contro l'antenna radio di Brunate

QuiComo è in caricamento