menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto da Today

foto da Today

Svizzera, faceva iniezioni illegali di botulino: arrestata donna residente in provincia di Como

Sono in corso accertamenti per individuare eventuali complici e le persone che sono state sottoposte ai trattamenti

La Polizia cantonale comunicano che il 12.08.2020 a Mendrisio è stata arrestata una 47enne con doppia cittadinanza italiana e russa residente in provincia di Como, su cui pendeva un divieto d'entrata in Svizzera, mentre il 19.08.2020 è stata fermata a Lugano una 43enne cittadina ucraina domiciliata nel Luganese.

La 47enne è sospettata di aver falsificato un certificato di libero esercizio della professione medica per poi effettuare illegalmente delle iniezioni di botulino e acido ialuronico a clienti di un centro estetico, di cui è titolare la 43enne.

Anche quest'ultima è sospettata di avere effettuato illegalmente delle iniezioni di botulino e acido ialuronico a clienti. Le ipotesi di reato nei confronti della 47enne sono di truffa, falsità in documenti/certificati, delitto contro la Legge federale sugli agenti terapeutici, infrazione alla Legge sanitaria cantonale e ripetuta entrata illegale.

Le ipotesi di reato nei confronti della 43enne sono di truffa, delitto contro la Legge federale sugli agenti terapeutici, infrazione alla Legge sanitaria cantonale e favoreggiamento subordinatamente disobbedienza a decisioni delle autorità. Sono in corso accertamenti per individuare eventuali complici e le persone che sono state sottoposte ai trattamenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Avanza l'ipotesi zona rossa per tutta la Lombardia dall'8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento