Reinserimento sociale: il Comune mette a disposizione due appartamenti in via di Vittorio

Il Comune di Como mette a disposzione di famiglie disagiate che vogliono intraprendere percorsi di emancipazione e reinserimento sociale due appartamenti in via di Vittorio. “Sempre più oggi ci troviamo ad affrontare un’emergenza abitativa...

Reinserimento sociale: il Comune mette a disposizione due appartamenti in via di Vittorio

Il Comune di Como mette a disposzione di famiglie disagiate che vogliono intraprendere percorsi di emancipazione e reinserimento sociale due appartamenti in via di Vittorio. “Sempre più oggi ci troviamo ad affrontare un’emergenza abitativa accompagnata anche da un’emergenza familiare e sociale - ha commentato l'assessore alle Politiche Sociali del Comune di Como Bruno Magatti, dopo che la giunta ha approvato un accordo di collaborazione con la cooperativa sociale Lavoro e Solidarietà - Di fronte a tali situazioni siamo chiamati ad immaginarci nuovi percorsi e il progetto promosso insieme alla cooperativa sociale Lavoro e Solidarietà va in questa situazione. In via Di Vittorio, il Comune ha due appartamenti, grandi. Non proporremo una comunità e neppure una convivenza. Ci immaginiamo, invece, un’altra strada, fatta di condivisione e sostegno, il tutto con la supervisione di una struttura educativa competente. E’ un progetto e come tale avrà un inizio e una fine, con una durata prefissata per poter rispondere nel tempo ai bisogni di più famiglie”.

Gli appartamenti si trovano ai civici 29 e 31 e sono composti da sette locali in tutto, più alcuni bagni, una cucina e un locale lavanderia. “Sull’esempio di progetti analoghi sviluppati in altre città - prosegue Magatti - le famiglie saranno individuate dai Servizi Sociali tra quelle già seguite e che presenteranno bisogni urgenti. Per ogni nucleo sarà individuato un progetto di reinserimento sociale e lavorativo e ad accompagnarli in questo percorso, con una presenza costante durante la settimana, saranno degli operatori qualificati”. Per il progetto, che avrà una durata sperimentale di un anno, è stato previsto lo stanziamento di un contributo di 20mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

  • Scappa dal posto di blocco, ritrovato morto in un capannone: aveva 28 anni

Torna su
QuiComo è in caricamento