rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Bonanomi

Brutale rapina in casa: acquisite le immagini di tutte le telecamere del centro storico

Le indagini della polizia sui fatti di via Bonanomi

La mattinata di martedì ha visto il centro storico di Como essere il palcoscenico di una brutale rapina, con un bottino stimato in 15.000 euro. L'appartamento ubicato in via Bonanomi è stato il luogo del crimine, con la squadra Mobile ora al lavoro per indagare sull'accaduto.

Gli interrogatori svolti ieri hanno coinvolto sia il marito, che poco prima dell'incidente era uscito per aprire il suo bar, sia la moglie, sorpresa dai malviventi all'interno dell'appartamento e successivamente aggredita, lasciandola con una prognosi di 20 giorni. Emergono dettagli che suggeriscono che i rapinatori non si aspettassero di trovare nessuno in casa al momento dell'azione. La moglie sarebbe stata sorpresa poiché aveva tardato ad uscire.

In queste ore gli investigatori stanno analizzando le immagini girate dalle telecamere di sorveglianza del sentro storico, comprese quelle installate sui palazzi privati disseminate lungo le vie limitrofe a via Bonanomi. Si spera che da quelle immagini possano emergere elementi utili a individuare e identificare i responsabili.

Altri elementi starebbero portando gli inquirenti nella giusta direzione, come per esempio la mancanza di tratti distintivi nell'accento dei rapinatori e la possibilità che fossero tre anziché due, con uno che potrebbe essere rimasto all'esterno in veste di "palo".

Resta inioltre da capire come i rapinatori siano riusciti a fuggire attraverso il centro storico e se qualcuno li abbia notati. Si ipotizza anche che abbiano utilizzato un'auto per entrare nella città murata. La squadra Mobile sta quindi esaminando anche le immagini delle telecamere installate ai varchi d'accesso della Ztl.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutale rapina in casa: acquisite le immagini di tutte le telecamere del centro storico

QuiComo è in caricamento