Cronaca

Ragazzino arrestato a Lugano: truffava gli anziani fingendosi un loro nipote

Arrestato a Sessa (nel Luganese) un ragazzo di 16 anni sospettato di essere coinvolto in una serie di truffe ai danni di anziani compiute negli ultimi mesi in Ticino e che non si esclude possa essere stato "esportato" in Italia. Il copione dei...

polizia-cantonale-1

Arrestato a Sessa (nel Luganese) un ragazzo di 16 anni sospettato di essere coinvolto in una serie di truffe ai danni di anziani compiute negli ultimi mesi in Ticino e che non si esclude possa essere stato "esportato" in Italia. Il copione dei raggiri (il finto nipote) sarebbe sempre il medesimo: l'anziano, vittima prescelta della truffa, riceve una telefonata da uno sconosciuto che però, dopo avere carpito informazioni sulla sua vita privata, si spaccia per un parente che vive altrove e che non vede da parecchio tempo. poi scatta la richiesta di soldi, in genere una somma consistente (diverse migliaia di franchi), o di gioielli e preziosi. Il truffatore racconta di avere per le mani un affare importante ma per non farsi scappare l'occasione ha bisogno di urgente di denaro.

il ragazzo di 16 anni arrestato dalla Polizia Cantonale su disposizione della magistratura per i minorenni, è di nazionalità polacca. E' stato fermato grazie alla segnalazione di una cittadina che ha intuito la potenziale truffa. Le forze di polizia ticinesi invitano le persone anziane e meno anziane a diffidare da telefonate come quelle appena descritte e ad allertare senza timori le forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino arrestato a Lugano: truffava gli anziani fingendosi un loro nipote

QuiComo è in caricamento