menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Libeskind-Daniele-Brunati

Libeskind-Daniele-Brunati

Quando gli Amici di Como fanno il bene della città (sì, c'entra anche Libeskind)

Si può dire che, al di là delle legittime opinioni di chiunque sul monumento di Daniel Libeskind e sul nuovo tondello, e al di là pure dell'oggettivo obbrobrio del cubo per i contatori elettrici piantato in mezzo ai giardini, sulla diga vera e...

Si può dire che, al di là delle legittime opinioni di chiunque sul monumento di Daniel Libeskind e sul nuovo tondello, e al di là pure dell'oggettivo obbrobrio del cubo per i contatori elettrici piantato in mezzo ai giardini, sulla diga vera e propria e nella vasta area all'imbocco della passeggiata gli Amici di Como hanno fatto un lavoro ottimo e abbondante? Sì, si può dire perché la verità. Basta elencare qualche numero - corredato come sempre dalle fotografie relative, in alto - sulla vasta opera di manutenzioni compiute dalle ditte incaricate dell'associazione.

Daniele Brunati

Sia prima che dopo la collocazione di "Life Electric", infatti, sono stati posati cica 100 metri quadrati di nuove piastrelle nello spazio antistante l'ingresso della diga e sono state sostituite altre 100 mattonelle lungo la passeggiata, in particolare sono state sostituite quelle rotte e cadenti ai bordi; tutta la superficie della "Piero Caldirola" e l'area antistante che coincide con la zona ancora di cantiere fino a sabato, è stata e sarà ancora pulita tramite idropulitrice; è in corso di ripristino la storica Rosa dei Venti sulla pavimentazione davanti alla diga; è stata completamente riverniciata tutta la ringhiera della diga foranea con 3 mani di vernice; sono inoltre saldati e cambiati in totale circa 50 metri complessivi (non continui) della ringhiera stessa della diga, in particolare dove vi erano saldature rotte o bacchette storte; sono stati sistemate, leggermente allargate e abbellite le aiuole degli alberi ai lati della diga, prima completamente dissestate dalle radici delle piante e da anni di incuria assoluta.

Insomma, un lavoro davvero notevole che andrà a beneficio totale ed esclusivo della collettività, turisti di passaggio inclusi. Perché questa "celebrazione" degli Amici di Como? Perché non è una celebrazione. E' uno dei tasselli che compongono il resoconto di tutta la vicenda Libeskind nel suo complesso, senza pregiudizi.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento