Cronaca

Qualche risposta sul bikesharing a Como

Tante le domande e richieste di chiarimento che ci sono pervenute sul servizio di bikesharing inaugurato sabato a Como (nella foto da sinistra: vicesindaco Silvia Magni, sindaco Mario Lucini, assessore Daniela gerosa, responsabile Bici In Città...

bikesharing-sindaco-gerosa

Tante le domande e richieste di chiarimento che ci sono pervenute sul servizio di bikesharing inaugurato sabato a Como (nella foto da sinistra: vicesindaco Silvia Magni, sindaco Mario Lucini, assessore Daniela gerosa, responsabile Bici In Città, Marco Giuppone). Qui di seguito, quindi, forniamo qualche precisazione, dopo avere parlato con l'assessore alla Mobilità, Daniela Gerosa, che ci ha aiutato a capire meglio e a chiarire qualche dubbio che potrebbe essere sollevato dagli utenti interessati all'utilizzo del bikesharing. Cominciamo con il chiarire dove e come si acquista la tessera per noleggiare le biciclette.

Innanzitutto, serve avere una carta di credito. Bisogna prima registrarsi sul sito web bicincitta.tobike.it, compilare tutti i campi con le informazioni richieste. Dopodiché si ottiene la possibilità di accedere nell'area degli utenti registrati ed è quindi possibile acquistare l'abbonamento. Per ora è possibile solo acquistare gli abbonamenti mensili o annuali (non è possibile acquistare e pagare l'uso della bicicletta soltanto per un giorno). Per mezzo della carta di credito si può pagare l'abbonamento e farsi rilasciare la relativa tessera che sarà spedita a casa dal gestore. Oppure si può pagare e caricare il credito sulla propria Carta regionale dei servizi (CRS), attivazione che richiede due o tre giorni. Al momento non è possibile acquistare la tessera di persona in un punto vendita poiché non sono stati ancora aperti tali punti vendita. Nelle prossime settimane dovrebbe entrare in vigore anche la possibilità del noleggio giornaliero e verranno aperti verosimilmente tre punti vendita per l'acquisto diretto della card (ne verrà data comunicazione nelle prossime settimane).

Ogni giorno la società che gestisce il servizio (Bici in Città) si preoccuperà di ridistribuire le biciclette nelle varie stazioni del bike sharing. Per spiegarci meglio, gli operatori incaricati ogni giorno trasporteranno le bici dalle stazioni piene a quelle vuote in modo da riequilibrarne la distribuzione nei vari punti.

Ogni utente è responsabile della bicicletta che utilizza. in caso di furto ne risponderà corrispondendo la cauzione di circa 300 euro.

L'abbonamento annuale costa 40 euro (30 euro per costo attivazione + 5 euro per costo assicurazione + 5 euro di credito); l'abbonamento mensile costa 15 euro (8 euro per costo attivazione + 5 euro costo assicurazione + 2 euro di credito). La prima mezz'ora è sempre gratuita, dopodiché il costo è di 0,50 euro ogni ora.

Le biciclette possono essere utilizzate solo all'interno del territorio comunale di Como.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualche risposta sul bikesharing a Como

QuiComo è in caricamento