menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
maria-rita-livio-pd-provinciali

maria-rita-livio-pd-provinciali

Pulizia lago, Livio non cede di un millimetro: "Sorrido, le sciocchezze dilagano"

Non cede di un millimetro. E rilancia. La presidente di Villa Saporiti, Maria Rita Livio, rintuzza i molti attacchi (senza una gran copertura del partito, a dire il vero ndr) giunti nei confronti suoi e in generale della Provincia per il tema...

Non cede di un millimetro. E rilancia. La presidente di Villa Saporiti, Maria Rita Livio, rintuzza i molti attacchi (senza una gran copertura del partito, a dire il vero ndr) giunti nei confronti suoi e in generale della Provincia per il tema della pulizia del lago. Dopo la comunicazione inviata a Comune di Como e Autorità di Bacino sull'impossibilità nel medio termine di garantire ancora il servizio, sia Forza Italia (con il sottosegretario regionale Alessandro Fermi e con lo stesso presidente dell'Autorità, Luigi Lusardi) sia la Lega Nord (ieri sera in consiglio comunale a Como) hanno attaccato fontalmente la numero uno di Villa Saporiti. Da un lato (Forza Italia) denunciando inerzie e ritardi nell'affrontare il problema, dall'altro (Carroccio) sostenendo che debba comunque essere ancora la Provincia a pulire il Lario. Oggi, decisa a ribattere punto su punto, ecco il contrattacco.

"Si tratta giusto qualche precisazione - premette Maria Rita Livio - visto che tutti vogliono dire la loro ed è in corso la campagna elettorale contro la Provincia brutta e cattiva fingendo di non sapere che la legge di riordino delle Province dice delle cose precise e che la situazione finanziaria è oggi quella che è". Poi, però, specialmente rispetto alle accuse della Lega, la presidente invita a guardare cosa avviene nelle province "cugine".

battello-spazzino-diga-sporco "La Provincia di Lecco non gestisce alcun battello né servizio di pulizia del lago e sul ramo di Lecco opera solo l'Autorità di bacino - evidenzia la presidente - La Provincia di Varese ha dismesso i 3 battelli spazzini che aveva nel 2000 sul Lago Maggiore. Da allora ha dato un contributo per il servizio sul Lago Maggiore, soltanto per l'eliminazione dei rifiuti spiaggiati, ai Comuni interessati al fenomeno". Inoltre, viene aggiunto che "sul lago di Varese opera un'azienda privata, la Provincia dava un contributo per il solo sfalcio delle microfite. Ha poi dismesso il battello che aveva sul lago di Monate, sul quale non fa interventi. Quest'anno verranno meno tutti i contributi, che la Provincia non è in grado di assicurare, data la sua situazione economica". Insomma, un quadro operativo che smonterebbe molte delle critiche partite in questi giorni quantomeno sulle competenze del servizio. Velenosa, la chiusa: "Forse il segretario provinciale di Forza Italia e altri esternatori potrebbero estendere le loro rimostranze anche ai presidenti di queste province, che , evidentemente, sono anch'essi incapaci di fare il loro mestiere. Si può solo sorridere, di fronte alle sciocchezze che dilagano in questo momento".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Edoardo Monno, l'uomo morto nell'incidente di Cernobbio

  • social

    I negozi di dischi e gli ultimi Mohicani

  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 19 gennaio: 59 nuovi casi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento