Cronaca

Provincia di Como, il Tar boccia regolamento per caccia ai cinghiali

Il Tar ha bloccato il regolamento della caccia ai cinghiali approvato nel maggio 2012 dalla giunta della Provincia di Como. La sentenza del tribunale amministrativo regionale della Lombardia è arrivata lo scorso 17 maggio. E' stato di fatto...

cinghiale

Il Tar ha bloccato il regolamento della caccia ai cinghiali approvato nel maggio 2012 dalla giunta della Provincia di Como. La sentenza del tribunale amministrativo regionale della Lombardia è arrivata lo scorso 17 maggio. E' stato di fatto accolto il ricorso della Lega abolizione caccia. Due i motivi principali: non spettava alla giunta , bensì al consiglio provinciale, adottare provvedimenti di natura regolamentare; il regolamento violava la legge venatoria statale 157/92 la possibilità, concessa dalla Provincia, di consentire l'abbattimento e il recupero degli ungulati precedentemente feriti , se effettuato nelle giornate di "silenzio venatorio" (martedì e venerdì) e nelle zone di divieto di caccia. Inoltre i giudici amministrativi hanno ribadito che, se l'ente locale non ottempera al parere dell'ISPRA (Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale) in merito all'opportunità di utilizzare per queste cacce munizioni atossiche con proiettili privi di piombo, al fine di evitare la contaminazione delle carni sia per l'uomo che le consuma , sia per i predatori che possono cibarsi delle parti eviscerate delle prede lasciate nei boschi, deve fornire adeguata motivazione, cosa che la Provincia di Como ha omesso di fare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia di Como, il Tar boccia regolamento per caccia ai cinghiali

QuiComo è in caricamento