Controlli a tappeto in provincia di Como: 16 extracomunitari espulsi

E poi sequestri di droga e multe

Anche nella settimana che va concludendosi, in particolare nei giorni fra l'8 e il 14 febbraio, i controlli straordinari voluti dalla prefettura di Como per arginare i principali fenomeni criminali hanno dato diversi risultati. Nel periodo, oltre al capoluogo, i controlli hanno interessato in particolar modo i territori nell’orbita del comune di Erba.
Per quanto riguarda in particolare i provvedimenti di espulsione, sono 16 quelli adoperati in questi giorni.  3 con accompagnamento ai centri per il riconoscimento, 7 con ordine di abbandono del territorio dello stato, 2 con la consegna del passaporto e l'obbligo di firma, altrettanti con accompagnamento diretto alla frontiera e altri 2 con l'allontanamento del cittadino straniero.

Sono 6 le persone colte in fallo durante i controlli antidroga: 3 sono state denunciate in stato di libertà e altre 3 segnalate amministrativamente. Va però segnalato che i quantitativi di stupefacenti trovati, e quindi sottoposti a sequestro, sono stati notevoli.

Con un impegno di 73 pattuglie e 177 agenti, le autorità hanno allestito quasi 50 posti di blocco e controllato circa 300 veicoli. In questo modo è stato possibile svelare 15 contravvenzioni al codice della strada. per un ammontare complessivo di multe per più di 2.600 euro. Un veicolo è stato sottoposto a sequestro, 2 patenti e una carta di circolazione ritirate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Piccole imprese che resistono, la storia di Alessandra :"I miei clienti, la mia forza mi dicevano: non mollare"

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento