Cronaca

Il Comune ci riprova: così cambia il bando per Villa Geno

Abbattimento del canone del 10%, così come previsto dal regolamento del patrimonio comunale, durata della concessione portata a nove anni, con possibilità di rinnovo per altri sei anni, scomputo dal primo anno di canone dei lavori legati alla...

Il Comune ci riprova: così cambia il bando per Villa Geno

Abbattimento del canone del 10%, così come previsto dal regolamento del patrimonio comunale, durata della concessione portata a nove anni, con possibilità di rinnovo per altri sei anni, scomputo dal primo anno di canone dei lavori legati alla messa a norma dell'edificio (quantificati in circa 15mila euro), disponibilità a valutare un'eventuale riserva di posti auto. Sono queste le modifiche approvate oggi dalla giunta per superare il flop del primo bando con cui l'amministrazione ha cercato un nuovo gestore per Villa Geno.

"Il nuovo canone a base d'asta sarà di 124mila euro (il precedente era di 138mila annui, ndr) - spiega Iantorno - e il bando sarà immediatamente pubblicato. Ne daremo la più ampia pubblicità. Villa Geno si trova in una delle zone più belle di Como ed è un'occasione importante per la città, per il settore turistico-ricettivo e gli operatori economici".

Il Comune di Como, il 23 dicembre scorso pubblicò il bando per trovare finalmente i nuovi gestori della struttura, chiusa da due anni, ma non non arrivò alcuna offerta. Il vincitore eventuale di questo secondo tentativo potrà avviare un'attività di "ristorazione di livello e turistico-ricettivo" Espressamente escluse tra le attività possibili il fast-food, tavole calde, pizzerie, bar gastronomici e stabilimenti balneari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ci riprova: così cambia il bando per Villa Geno

QuiComo è in caricamento