menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immigrati-prestino

immigrati-prestino

Profughi, arrivi senza sosta a Como e provincia. Strutture al collasso: ipotesi tendopoli

Nulla è definito, ma l'ipotesi teorica esiste e - per quanto abbiamo potuto accertare - è stata già sommariamente illustrata a tutti i soggetti coinvolti in queste settimane nell'accoglienza dei profughi in provincia. In altri termini, visto il...

Nulla è definito, ma l'ipotesi teorica esiste e - per quanto abbiamo potuto accertare - è stata già sommariamente illustrata a tutti i soggetti coinvolti in queste settimane nell'accoglienza dei profughi in provincia. In altri termini, visto il riempimento pressoché totale delle strutture (intese come case, hotel, palazzine pubbliche e centri come quello di Prestino nella foto ecc) disponibili a Como città e sul territorio, dal governo centrale, passando per il tramite della prefettura, è in corso di valutazione l'ipotesi di allestire tendopoli per l'accoglimento egli extracomunitari. Come premesso, per ora si tratta di un'opzione sulla carta, tutt'altro che agevole da realizzare tecnicamente e - per quanto attiene gli enti locali eventualmente interessati - difficilissima da gestire politicamente. Ma, come extrema ratio, la possibilità non è una chimera. Tanto, come già accennato, che di questo tema si sarebbe già discusso rapidamente in alcuni degli ultimi incontri tenuti in Prefettura sull'accoglienza dei profughi.

Per quanto è possibile apprendere, sarebbe dunque in corso una ricognizione dei terreni demaniali potenzialmente utilizzabili nel caso in cui il flusso di arrivi sul Lario non si fermasse in tempi rapidissimi. Su quei terreni - preferibilmente non nelle immediate viciananze dei centri abitati - sarebbero dunque montate tende per gli extracomunitari e la gestione, ancora una volta, chiamarebbe in causa il privato sociale e il terzo settore (con fondi statali).

butti-fratelli-23mag15-1 Non è una pura coincidenza, d'altronde, che proprio oggi il capogruppo di Fratelli D'Italia a Palazzo Cernezzi, Marco Butti, ne abbia parlato addirittura pubblicamente ed esplicitamente in questi termini: "Quanto all'ipotesi della Tendopoli che sta prendendo sempre più piede in questi giorni, il nostro no sarà deciso perché sarebbe l'ennesima soluzione vergognosa che i territori devono subire a causa della demenziale politica sull'immigrazione messa in atto dal governo Renzi e dai "camerieri" dell'Unione Europea che se ne infischia del problema".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento