menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Produttore di marijuana legale di Cantù arrestato con 65 chili di hashish

Utilizzava la sua attività come copertura

La sua impresa di produzione di marijuana legale a Cantù in realtà faceva da schermo per il traffico di sostanze stupefacenti illegali, come hashish e cannabis fuori legge. Nei guai è finito un 33enne residente a Cassano Magnago (Varese) fermato a bordo di un suv dove i finanzieri del Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Varese hanno trovato nascosti in un doppio fondo apribile con dispotivo elettronico ben 66 chilogrammi di droga. Per la precisione il 33enne nascondeva 115 panetti di hashish, per un totale di 24 chili. A seguito di perquisizione domiciliare le fiamme gialle hanno rinvenuto altre quantità di sostanza stupefacente. Nel complesso sono stati sequestrati 65 chili di hashish e 1 chilo di marijuana, oltre a 24mila euro in contanti.
L'arresto e il sequestro sono arrivati a conclusione di alcune indagini scaturite dal sospetto che il giovane imprenditore trafficasse droga usando come copertura la sua ditta di produzione di cannabis legale.Si è scoperto che il 33enne si approvigionava da un altro produttore di Sogliano al Rubicone (Forlì Cesena). Proprio di ritorno dall'EMilia Romagna è stato intercettato e fermato dai finanzieri varesini. I colleghi dei militari romagnoli hanno contemporaneamente fermato l'imprenditore forlivese con 40 chili di hashish.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento