Cronaca

Primaria di Civiglio, le famiglie: "Dal Comune promesse ma in 7 mesi nessun intervento"

Sette mesi dopo, si riaccendono le polemiche attorno alla scuola primaria di Civiglio. A tornare alla ribalta è il problema del tappeto antitrauma posato dal Comune nel giardino della scuola, il cui materiale usurato e decisamente malconcio fu...

giardini-civiglio-6nov15-1
Sette mesi dopo, si riaccendono le polemiche attorno alla scuola primaria di Civiglio. A tornare alla ribalta è il problema del tappeto antitrauma posato dal Comune nel giardino della scuola, il cui materiale usurato e decisamente malconcio fu già al centro di vibranti proteste da parte dei genitori degli alunni tra ottobre e novembre 2015 (qui i nostri articoli). Nell'autunno scorso una decina di mamme si presentò direttamente a Palazzo Cernezzi per chiedere che il tappeto, ritenuto pericoloso a dispetto della funzione antitrauma originaria, venisse rimosso e auspicabilmente sostituito. Da allora, però, il tappeto è rimasto al suo posto e oggi, dunque, una mamma ci scrive esprimendo il disappunto suo e di altri genitori per la situazione. Da aggiungere, però, vi è il tentativo condotto dall'amministrazione comunale negli ultimi mesi di chiamare direttamente in causa l'azienda che materialmente posò il tappeto antitrauma alla scuola di Civiglio, al fine di rivalersi su di essa per il deterioramento eccessivamente precoce del materiale. Soltanto nelle ultime ore, da quanto si è potuto ricostruire, questa possibilità è però sfumata definitivamente, lasciando in carico al Comune l'onere di intervenire e finanziare la sostituzione del tappeto. Nei prossimi giorni, comunque, è previsto il contatto diretto tra il Comune e le famiglie. Di seguito, la lettera inviata - oltre che alla nostra testata - al sindaco Mario Lucini e agli assessori Daniela Gerosa (Opere pubbliche) e Silvia Magni (Politiche scolastiche).

marzorati-roberta-26gen15Sono con la presente a scrivervi nuovamente a nome dei genitori della Scuola Primaria di Civiglio, vedendomi costretta, ancora una volta (la terza!!) a segnalare il problema di sicurezza relativo allo stato del tappeto antitrauma sito nel giardino della scuola. Già a giugno 2015 la dottoressa Roberta Marzorati, dopo sopralluogo nell'edificio scolastico di Civiglio e colloquio con una rappresentanza di docenti e genitori, portava all'attenzione del Consiglio Comunale la situazione relativa al giardino della nostra scuola, con particolare riferimento ai danni subiti dalla superficie antitrauma, purtroppo senza riscontro.

A metà ottobre 2015, a fronte di un peggioramento nello stato della superficie e relativo aumento del rischio per la salute dei nostri figli, abbiamo provveduto a depositare una petizione richiedendo una verifica della sicurezza dello stesso e un pronto intervento atto alla risoluzione del problema.

L' assessore Magni, ricevutici in prima persona, ha dato la sua parola a garanzia della presa d'atto della necessità dell'intervento in oggetto, ma purtroppo nemmeno questo è bastato. Dopo oltre 7 mesi ci ritroviamo a far fronte nuovamente al silenzio vostro e dell'istituzione che rappresentate e, risentiti, prendiamo atto che la situazione resta invariata e che questo dimostra purtroppo l'inaffidabilità delle vostre promesse.

Inevitabilmente e ugualmente prendiamo atto che tale atteggiamento dimostra scarso interesse da parte vostra per la sicurezza dei nostri figli, dato che non avevamo dimenticato di accludere alla petizione esperienze e prove visive di abrasioni e ferite procurate ai bambini dal tappeto in questione. Non da meno riconosciamo la mancanza di interessamento per uno strumento, il tappeto, chiaramente indicato come didatticamente rilevante data la mancanza della palestra.

Amareggiati restiamo in attesa di vostra risposta scritta e immediata, una proposta di risoluzione e tempi certi e chiari per la sua messa in atto.

Cordialmente,

Luisa Pannitti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primaria di Civiglio, le famiglie: "Dal Comune promesse ma in 7 mesi nessun intervento"

QuiComo è in caricamento