menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
rubini-20mar16-1

rubini-20mar16-1

Prima domenica di primavera, in via Rubini è (di nuovo) delirio. Le immagini

Sembravano essersi calmate le polemiche e le proteste di chi vive o lavora in via Rubini per la doppia fila di posti moto disegnata dal Comune di Como su entrambi i lati della carreggiata. Ma, appunto, sembrava e basta. Ieri, la prima vera...



Sembravano essersi calmate le polemiche e le proteste di chi vive o lavora in via Rubini per la doppia fila di posti moto disegnata dal Comune di Como su entrambi i lati della carreggiata. Ma, appunto, sembrava e basta. Ieri, la prima vera domenica primaverile sembra aver reso vano - almeno secondo la testimonianza diretta che pubblichiamo sotto - anche l'intervento dell'amministrazione di qualche settimana fa, consistito nella riduzione dei posti per le due ruote sulla corsia diretta in viale Cavallotti. La bella giornata, l'afflusso notevolissimo e continuo di turisti o comaschi desiderosi di fare un giro in centro città, e pure un notevole mancato rispetto delle regole - come dimostrano le molte moto posteggiate comunque fuori dagli spazi bianchi sulla via - hanno determinato momenti di vero caos, ieri pomeriggio, nella strada, tra ingorghi, smog e viabilità eufemisticamente difficile. Come accennato, la testimonianza diretta viene da un reportage fotografico di una lettrice, di cui pubblichiamo integralmente la breve lettera di protesta e le immagini a corredo.

Ecco la situazione di Via Rubini -Como- (sabato e domenica 19/20.3.u.s.) a seguito della "mirabile" decisione di predisporre gli stalli per motocicli (e pur dopo che sette sono stati soppressi):

moto parcheggiate fuori dagli spazi, sia a destra che a manca;

autovetture che si incastrano nel doppio senso di marcia, non riuscendo a passare contemporaneamente;

autovetture che transitano in serie sul marciapiede, a distanza di pochi metri da pedoni (ivi compresi bambini);

biciclette che percorrono i marciapiedi;

e i residenti di via Rubini avvolti dallo smog e impossibilitati ad entrare/uscire dalle loro proprietà con i propri automezzi!

E questo, per i Sigg. Lucini e Gerosa vuole dire "togliere le auto dal centro"?

Ma se costoro abitassero in Via Rubini, tollererebbero tutto ciò?


Silvia Zappoli
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento