Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Presidio per Rumesh. "Como città dormiente e indifferente. Il razzismo dilaga in silenzio"

La ricorrenza è il decennale dal tragico ferimento del 19enne Rumesh Raigama da parte di un agente della polizia locale aggregato al Nucleo sicurezza e anti-writers (ne parlammo diffusamente qui). Ma domani, 29 marzo, il gruppo "R_Esistenza...

dav-289

La ricorrenza è il decennale dal tragico ferimento del 19enne Rumesh Raigama da parte di un agente della polizia locale aggregato al Nucleo sicurezza e anti-writers (ne parlammo diffusamente qui). Ma domani, 29 marzo, il gruppo "R_Esistenza Collettiva" scenderà in strada anche per esprimere un punto di vista apparentemente generale (e molto duro) nei confronti della città di Como, dei comaschi e delle istituzioni. Nell'annunciare il presidio in via Briantea dalle ore 17, cioè simbolicamente nel punto esatto della tragedia di 10 anni fa, gli appartenenti al collettivo hanno infatti divulgato un breve comunicato con parole d'ordine che vanno oltre il ricordo dei fatti del 2006.

Dopo un breve riassunto degli accadimenti di quel pomeriggio di fine marzo, infatti, si legge: "E' ora di dire basta. Basta a una città dormiente e indifferente a tutto ciò che accade. Basta a una città dove la polizia agisce impunita sotto la copertura dei politici. Basta a una città dove il razzismo dilaga in silenzio". Parole molto forti, dunque, che si riallacciano alle iniziative di "R_Esistenza Collettiva" per tornare ad avere in città uno spazio autogestito, assente dallo sgombero del centro sociale di piazza Roma nel 1995.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidio per Rumesh. "Como città dormiente e indifferente. Il razzismo dilaga in silenzio"

QuiComo è in caricamento