Cronaca

Presidente Fontana sotto scorta: murales e post con minacce di morte e insulti

Il provvedimento voluto dalla Prefettura di Varese per garantire la sicurezza del governatore lombardo

Pesanti minacce sui social e due murales apparsi a Milano, questi i segnali di preoccupazione che hanno portato la Prefettura di Varese ad assegnare un auto blindata e un agente di scorta al governatore della Lombardia, Attilio Fontana. La notizia è trapelata oggi ma il governatore sarebbe sotto protezione già da 2 giorni. “Fontana assassino” è la scritta gigante che capeggia su un muro meneghino, ma anche il sunto delle tante accuse che gli vengono rivolte specialmente tramite Facebook. La polemica sarebbe ovviamente quella legata alla gestione dell'emergenza sanitaria da coronavirus, al collasso delle terapie intensive e ai tanti morti. Ma nel mirino di chi lo accusa, ci sarebbero anche pesanti tagli fatti alla sanità lombarda negli anni passati che avrebbero – sempre secondo i detrattori – reso fragile il nostro sistema ospedaliero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presidente Fontana sotto scorta: murales e post con minacce di morte e insulti

QuiComo è in caricamento