Spara all'amico e lascia il suo cadavere in strada, indagini concluse: "La morte di Roberto Fusi fu accidentale"

Il corpo venne ritrovato in una piazzola a Pognana Lario il 7 marzo scorso

Il fatto è accaduto il 6 marzo scorso: il cadavere di un uomo di 52 anni, Roberto Fusi, era stato ritrovato a bordo strada nella piazzola a Pognana Lario, in zona Cava. A trovarlo l'autista di un autobus, alle ore 7 della mattina successiva (7 marzo). Dopo le indagini, portate avanti dai carabinieri di Cantù e da quelli del reparto investigativo di Como, con l'acquisizione di vari filmati di alcune telecamere, e tramite la pistola rinvenuta in un cassonetto vicino al cadavere, si era giunti ad individuare come colpevole il suo amico, A.B., di Como.

L'uomo aveva raccontato che era accidentalmente partito un colpo dalla pistola che aveva colpito l'amico in testa, causandone la morte. Credeva che l'arma fosse scarica e stavano "giocando". Dopo che il colpo d'arma aveva ucciso l'amico, A.B. si era fatto prendere dal panico e invece di costituirsi aveva abbandonato il cadavere dell'amico sul bordo della strada. Un'operazione abbastanza maldestra, infatti nel cassonetto dell'immondizia poco distante dal ritrovamento, hanno rinvenuto subito le coperte usate per avvolgere il cadavere e non lontano la pistola il cui proiettile ha colpito il 52enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini ora sono ufficialmente concluse e A.B. è stato accusato di omicidio colposo e detenzione illegale di armi. Il sostituto procuratore di Como Mariano Fadda avrebbe quindi essenzialmente confermato la versione dell'imputato ritenendo l'omicidio un fatto accidentale e quindi, l'ipotesi più plausibile, sarebbe quella di un patteggiamento della pena tra le parti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Omicidio in piazza San Rocco a Como: ucciso don Roberto Malgesini

  • Lago di Como, Chiara Ferragni a Blevio con Fedez e la pizza clandestina

  • Chi era don Roberto Malgesini: un vero prete "di strada", in aiuto dei più deboli

  • Sagre e street food: un goloso fine settimana a pochi chilometri da Como

  • Lo ha ucciso con un coltello: chi è l'assassino di Don Roberto Malgesini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento