Cronaca

Piazza Volta: dopo le "panchine-bara", perplessità sul maxi-gradone

Non finiscono di destare discussioni e perplessità le nuove panchine collocate in piazza Volta. Dopo le prime obiezioni sulla somiglianza vagamente inquietante delle strutte a bare - accostamento suggellato dalla provocazione dell'architetto...

beretta-bara-taglioNon finiscono di destare discussioni e perplessità le nuove panchine collocate in piazza Volta. Dopo le prime obiezioni sulla somiglianza vagamente inquietante delle strutte a bare - accostamento suggellato dalla provocazione dell'architetto comasco che si è materialmente steso all'interno di una di esse per rendere fisicamente l'idea - ora a far storcere qualche naso di troppo sono due elementi specifici dell'arredo.

Innanzitutto il fatto che a dispetto di un aspetto apparentemente "disordinato", l'assetto dell'area è sostanzialmente da ritenersi definitivo. La stragrande maggioranza delle panchine, esattamente come le sedie attorno ai ciliegi, è già stata infissa al suolo proprio per sancirne la collocazione non modificabile. E se attorno al monumento di Alessandro Volta le panchine sono state allineate a formare due lunghe sedute uniche, riducendo di molto il cosiddetto "effetto-bara", laddove le strutture sono rimaste singole la sensazione resta ancora difficile da scacciare del tutto.

C'è poi un piccolo giallo su una zona specifica, ossia quella esattamente di fronte al Bar Krudo. A dispetto di quanto dichiarato dal progettista incaricato dal Comune per il restyling della piazza, infatti, appare difficile interpretare le panchine su quel lato come fruibili in egual modo da entrambi i lati (cosa che giustificherebbe l'assenza dello schienale). Nell'area appena citata, infatti, se è certamente semplice sedersi rivolgendo lo sguardo verso l'ingresso del locale o degli altri negozi - cosa però bizzarra, poiché monumenti e architetture della piazza resterebbero alle spalle - l'imponente scalino creato dalla rampa in porfido realizzata al posto dei vecchi spazi verdi rende un po' più complicato immaginare la confortevole comodità della seduta così rialzata da terra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Volta: dopo le "panchine-bara", perplessità sul maxi-gradone

QuiComo è in caricamento