Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Piazza Grimoldi, la Soprintendente: "Nessuno stop al cantiere"

Nemmeno 24 ore dopo il ritrovamento dei reperti nel sottosuolo di piazza Grimoldi, la Soprintendenza ha dato il via libera per proseguire i lavori di riqualificazione. Nessun blocco del cantiere, dunque, naturalmente fatta eccezione per la zona...

soprintendente-seneca-26gen16-2

Nemmeno 24 ore dopo il ritrovamento dei reperti nel sottosuolo di piazza Grimoldi, la Soprintendenza ha dato il via libera per proseguire i lavori di riqualificazione. Nessun blocco del cantiere, dunque, naturalmente fatta eccezione per la zona dove sono stati rinvenuti i resti di un camminamento e di una muratura (la cui datazione non è ancora stabilita). A confermare che l'intervento complessivo non sarà bloccato, anche se proseguiranno i lavori di datazione e catalogazione dei reperti nell'area specifica, è stata la soprintendente Nicoletta Cecchini, giunta in piazza Grimoldi stamattina presto assieme all'architetto e progettista Stefano Seneca. Per quanto riguarda il vano tecnico a servizio della futura fontana, sarà realizzato due metri sotto terra in un'area discosta da quella dove continueranno a operare gli esperti incaricati dalla Soprintendenza per la catalogazione di quanto riemerso. Poi, una volta portato tutto alla luce e capito esattamente di cosa si tratta, sarà deciso il destino dei rinvenimenti. Il futuro del cantiere per la piazza, comunque, non è in discussione.

Subito dopo il sopralluogo della Soprintendenza, l'amministrazione comunale ha condotto una vistia nella zona dei lavori assieme ai giornalisti. Sul posto, oltre all'architetto Stefano Seneca, anche l'assessore all'Urbanistica Lorenzo Spallino e il dirigente del settore, Giuseppe Cosenza. "Ora saranno portate a termine le operazioni di pulizia e monitoraggio dei reperti - ha affermato Spallino - poi, la settimana prossima, avremo un nuovo confronto con la Soprintendenza, che avrà tutti gli elementi a disposizione". Cosenza ha sottolineato che probabilmente quanto rinvenuto "sarà nuovamente interrato". Infine, il progettista ha confermato che "il vano tecnico a servizio della fontana sarà collocato all'interno dello scavo già realizzato accanto a quello dove sono stati rinvenuti i reperti, visto che in quel punto non è stato trovato nulla. Da oggi avvieremo anche gli scavi per le alberature (al confine con piazza Duomo e via Plinio, ndr), ma in questo caso non ci attendiamo sorprese perché andremo meno in profondità". Sempre Seneca ha ribadito che "non era pensabile analizzare prima tutto il sottosuolo, perché sappiamo che ovunque in città si trovano reperti legati alla storia e all'evoluzione della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Grimoldi, la Soprintendente: "Nessuno stop al cantiere"

QuiComo è in caricamento