Piazza Cavour: i Bronzi di Riace non si arrendono

Tornano nel weekend le bancarelle in piazza Cavour ed è di nuovo polemica. Prima Ada Mantovani, consigliere di minoranza di Adesso Como, poi Marco Butti, consigliere di minoranza di Fratelli d'Italia, hanno ricordato con un post su Facebook...

bronzi-riace

Tornano nel weekend le bancarelle in piazza Cavour ed è di nuovo polemica. Prima Ada Mantovani, consigliere di minoranza di Adesso Como, poi Marco Butti, consigliere di minoranza di Fratelli d'Italia, hanno ricordato con un post su Facebook tutte le loro perplessità circa l'opportunità dell'utilizzo del "salotto buono" per questo tipo di eventi.

In una piazza già "consumata" dal cantiere lacustre più famoso del mondo, sarebbe forse opportuno valutare con ancora più attenzione l'impatto estetico di tali bancarelle e conseguentemente alla loro possibile locazione altrove. Butti, ad esempio, aveva proposto, con un ordine del giorno al Bilancio, i Giardini a lago.

Sostenere che le riproduzioni dei bronzi di Riace, qui simbolici protettori dei prodotti tipici calabresi, e tutto l'insieme dei mercatini alimentari nobilitino piazza Cavour, viene davvero difficile. Certo, lo sfregio è temporaneo (anche se ricorrente) ma sull'utilizzo dei luoghi nobili di Como andrebbe forse aperta una discussione, tenendo bene in mente che alcuni siti devono essere protetti e non utilizzati senza criterio. Se la bontà dei prodotti regionali è tutta da dimostrare, anche la qualità del turismo offerto a Como a volte risulta davvero scadente. Come la mozzarella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Katia Ricciarelli: "Il mio compleanno in solitudine sul lago di Como"

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • In centro Como è aperto solo Alberto: "Forse gli altri non stanno così male"

Torna su
QuiComo è in caricamento