Cronaca

Piazza Cavour, finalmente i lavori alle fognature

Finalmente l'amministrazionecomunale interviene in piazza Cavour per sistemare il problema alle fognature che causa, ogni volta che piove abbondantemente, la fuoriuscita dei liquami dai tombini della piazza, con conseguente cattivo odore e degrado...

Finalmente l'amministrazionecomunale interviene in piazza Cavour per sistemare il problema alle fognature che causa, ogni volta che piove abbondantemente, la fuoriuscita dei liquami dai tombini della piazza, con conseguente cattivo odore e degrado per la città. L'assessore alla Viabilità, Reti e Strade Stefano Molinari ha incontrato questa mattina i commercianti e gli albergatori della zona per concordare l'avvio dei lavori necessari per risolvere i poblemi legati alla pressurizzazione della condotta fognaria del lungolago.

Il problema - I problema della fognatura di piazza Cavour è riconducibile all'immissione di acqua piovana nella rete di fognatura nera del lungolago. Durante i temporali, con la pressurizzazione della condotta, dai tombini di ispezione situati di fronte al bar Monti e sul lungolago (di fronte al ristorante Imbarcadero) insieme all'acqua piovana fuoriescono liquami fognari.

L'intervento - "Il cantiere partirà a metà ottobre - ha spiegato l'assessore - Su richiesta degli stessi esercenti si è deciso di rinviare i lavori in modo da limitare il più possibile i disagi alle attività. Nel frattempo, è possibile che in caso di forti piogge la fognatura vada nuovamente in pressione e che liquami fuoriescano dai pozzetti di ispezione, rendendo quindi necessari interventi di pulizia". Allo stato attuale i tecnici non si sbilanciano sulla portata dell'intervento. Senza l'apertura dello scavo, che permetterà di analizzare, in modo approfondito, le cause che hanno determinato i ben noti inconvenienti in piazza Cavour con ripercussioni anche sul traffico veicolare, risulta di fatto difficoltoso definire le modalità e la tempistica del cantiere.

Scarichi abusivi - Nel contempo sono già state spedite le prime lettere con le quali verrà richiesta a tutti gli amministratori degli stabili e ai proprietari degli esercizi commerciali (bar e ristoranti in primis) la compilazione di un'autocertificazione che attesti il corretto scarico delle acque nere nelle apposite tubazioni. L'invio delle lettere si è reso necessario a seguito della presenza nel lago, di fronte a piazza Cavour, di una macchia maleodorante provocata da scarichi abusivi (l'entità dei liquami lascia, appunto, presupporre la presenza di più scarichi abusivi). Successivamente verranno verificati tutti gli scarichi fognari di quegli edifici per i quali non sarà stata presentata l'autocertificazione richiesta (le operazioni consisteranno nel versamento di appositi coloranti nel pozzetto di raccolta delle acque nere per verificare se confluiscono effettivamente nelle apposite tombinature). In terzo luogo, infine, l'amministrazione procederà ad effettuare una serie di ispezioni televisive nelle tombinature e nelle rogge per l'individuazione di eventuali anomalie nel sistema fognario. In questa prima fase i tecnici si sono concentrati soprattutto a verificare gli scarichi degli edifici della città murata e nei quartieri limitrofi (Como Borghi, Camerlata, Rebbio, Breccia, Prestino, Lora, Camnago Volta, Civiglio) e se sarà necessario le verifiche verranno poi estese a tutta la città. In caso di accertamento della violazione, la normativa prevede l'emissione di pesanti sanzioni e di denunce per danni ambientali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavour, finalmente i lavori alle fognature

QuiComo è in caricamento