Cronaca

Petizione contro le aperture domenicali dei negozi

Una raccolta firme per chiedere al governo di rivedere l'articolo 31 del decreto legge n. 201 del 2011, cosiddetto “decreto Salva Italia”, che dal 1° gennaio 2012 ha liberalizzato definitivamente, senza eccezioni e in tutto il territorio nazionale...

confesercenti-chiusure-domenicali

Una raccolta firme per chiedere al governo di rivedere l'articolo 31 del decreto legge n. 201 del 2011, cosiddetto "decreto Salva Italia", che dal 1° gennaio 2012 ha liberalizzato definitivamente, senza eccezioni e in tutto il territorio nazionale, gli orari degli esercizi commerciali. La raccolta firme, proposta da Confesercenti nazionale e da Cei (Conferenza episcopale italiana) vuole, quindi, abrogare la legge del 2006 che è stata, appunto, modificata dal decreto Salva Italia. Confesercenti Como, quindi, ha presentato l'iniziativa questa mattina con una conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Cernezzi. Oltre ai rappresentanti dell'associazione dei commercianti e della Cei, ha partecipato l'assessore comunale al Commercio, Gisella Introzzi, che ha commentato a margine della conferenza: "E' un tema complesso che pone l'attenzione su diversi aspetti. Ritengo sia giusto ripensare il concetto di consumo, che non deve e non può essere inteso come uno dei pochi elementi che favoriscono l'aggregazione e lo stare insieme. Pensiamo al fatto che molte famiglie aspettano la domenica per stare insieme ma poi trascorrono la giornata al centro commerciale". La Introzzi ha poi sottolineato come "le aperture domenicali liberalizzate favoriscono le grandi catene di distribuzione e penalizzano i piccoli esercenti che non possono permettersi di restare aperti, vuoi perché devono risposare, vuoi perché devono occuparsi anche della famigla. Inoltre, penalizzare i piccoli commercianti vuol direimpedire la sopravvivenza di quegli importanti servizi di vicinato che molti di loro svolgono nei quartieri periferici".

resta aperto, però, il problema dal punto di vista dei consumatori che, non a caso, non aderiscono all'iniziativa della raccolta firme contro la liberalizzazione degli orari e dei giorni di apertura. Infatti, la domenica resta per molti un'opportunità per fare acquisti che durante la settimana non possono essere fatti a causa degli orari di lavoro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Petizione contro le aperture domenicali dei negozi

QuiComo è in caricamento