Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Pescatore multato al molo di Sant'Agostino: scatta la protesta

Una sanzione da 120 euro perché stava pescando al molo di Sant'Agostino a Como. E' successo ieri. Gli uomini della guardi di finanza della stazione navale Lago di Como (sede a Menaggio) si sono avvicinati a un pescatore e gli hanno elevato una...

Una sanzione da 120 euro perché stava pescando al molo di Sant'Agostino a Como. E' successo ieri. Gli uomini della guardi di finanza della stazione navale Lago di Como (sede a Menaggio) si sono avvicinati a un pescatore e gli hanno elevato una multa. DI fatto, quindi, al molo di Sant'Agostino è vietato pescare. La memoria storica dei pescatori che frequentano abitualmente quel punto del lago, lungo viale Geno a Como, non ricorda un precedente simile. Secondo molti, infatti, si tratta della prima volta in cui un pescatore viene multato perché ha gettato l'amo nelle acque del primo bacino da quel molo. Immagini storiche testimoniano che da decenni, anzi, da oltre un secolo, il molo di Sant'Agostino è punto di ritrovo e di riferimento per molti comaschi, ragazzini, adulti e pensionati, con la passione della pesca. Ecco perché la multa comminata ieri a un signore di Brunate è destinata a far discutere e a suscitare una protesta. L'uomo multato si è rifiutato di fermare il verbale. Non si sa ancora con quali modi e in quali forme, ma alla redazione di Quicomo alcuni pescatori hanno già anticipato di volere pensare a un'iniziativa per sensibilizzare le forze dell'ordine, la politica e l'opinione pubblica al problema che la multa delle Fiamme Gialle ha fatto emergere.

Infatti, se da una parte è vero che esistono norme precise alle quali i finanzieri si sono attenuti (il lago in quel punto rientra in area portuale sulla quale vigono determinate norme e vincoli) dall'altra i pescatori si appellano alla decennale consuetudine e chiedono una ulteriore verifica delle norme. Già circa tre settimane fa la Guardia di Finanza aveva contestato un pescatore al molo di Sant'Agostino invitandolo a sospendere la pesca. Quella volta non fu erogata alcuna sanzione. Ieri le cose sono andate diversamente. Dell'episodio è stata informata anche l'amministrazione provinciale che si interesserà per comprendere in modo chiaro e definitivo se davvero al molo di Sant'Agostino è vietata, e sempre lo sarà, la pesca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore multato al molo di Sant'Agostino: scatta la protesta

QuiComo è in caricamento