Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Perseguita la ex: arrestato a Como immigrato clandestino

Perseguitava l'ex compagna da almeno 4 mesi. Le danneggiava l'auto, cercava di introdursi in casa sua e non perdeva occasione di inveirle contro, anche in luoghi pubblici. L'altra notte però, L. T. - immigrato di 30 anni che abitava abusivamente...

Perseguitava l'ex compagna da almeno 4 mesi. Le danneggiava l'auto, cercava di introdursi in casa sua e non perdeva occasione di inveirle contro, anche in luoghi pubblici. L'altra notte però, L. T. - immigrato di 30 anni che abitava abusivamente nella palazzina ex Fisac (nella foto) di Camerlata (Como)- è stato arrestato. La sua ex compagna ha chiamato la polizia perché l'uomo a notte fonda si è presentato davanti a casa sua in via Varesina e ha cominciato a gridare e a colpire la porta con calci e pugni per farsi aprire. Quando intorno a mezzanotte gli agenti della volante della Questura di Como sono arrivati sul posto hanno trovato l'auto della donna con il lunotto posteriore in frantumi. Nel frattempo l'uomo, avendo sentito la polizia arrivare, è fuggito attraverso un terrazzo dell'ultimo piano della casa.

La donna ha raccontato quanto successo poco prima e ha descritto gli atti persecutori che subiva da circa 4 mesi: pneumatici bucati, specchietti e vetri rotti, furibonde liti. Gli agenti si sono recati all'ex fabbrica Fisac dove la donna ha detto che viveva l'ex compagno. Nello stabile dismesso i poliziotti hanno trovato il giaciglio dell'uomo e dopo averlo individuato lo hanno accompagnato in Questura. E' risultato che l'uomo a suo carico oltre a diversi precedenti penali aveva anche due decreti di espulsione dall'Italia firmati dal questore di Como e ai quali, com'era evidente, non aveva ottemperato. E' stato arrestato per atti persecutori, danneggiamento aggravato, ingiurie ed inosservanza ai provvedimenti di espulsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex: arrestato a Como immigrato clandestino

QuiComo è in caricamento