Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Per il Tar la nuova Ztl di Como non causa gravi danni ai commercianti

"Non appare sussistere un danno grave e irreparabile in capo alle parti ricorrenti". Con questa motivazione il Tar ha respinto la richiesta di sospendere la nuova Ztl di Como avanzata da alcuni commercianti comaschi capitanati dal consigliere...

"Non appare sussistere un danno grave e irreparabile in capo alle parti ricorrenti". Con questa motivazione il Tar ha respinto la richiesta di sospendere la nuova Ztl di Como avanzata da alcuni commercianti comaschi capitanati dal consigliere comunale Alessandro Rapinese (Adesso Como). Il Tar nelle prossime settimane dovrà esprimersi sul merito del ricorso che ritiene illegittima e dannosa la nuova Ztl. Qui di seguito il parere integrale del Tar sulla richiesta di sospensiva dei provvedimenti viabilistici della giunta Lucini (nuova Ztl e nuovo piano parcheggi):

"Ritenuto che, dovendosi riservare ad un esame più approfondito la valutazione in ordine alla fondatezza del ricorso, allo stato non appare sussistere un danno grave e irreparabile in capo alle parti ricorrenti, atteso che la tipologia degli atti impugnati - con cui è stata decisa l'estensione della zona a traffico limitato a tutto il centro storico del Comune di Como - non determina con certezza gli asseriti pregiudizi, che peraltro avrebbero carattere non omogeneo, in ragione delle differenti posizioni delle predette parti ricorrenti, per cui deve essere respinta l'istanza di sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti impugnati con il ricorso indicato in epigrafe".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per il Tar la nuova Ztl di Como non causa gravi danni ai commercianti

QuiComo è in caricamento