Molestava ragazzino di 13 anni, arrestato pedofilo a Lanzo: era animatore del campo estivo parrocchiale

Indagini partite nel 2014

Repertorio

Un 36enne di Lanzo d'Intelvi è stato arrestato per violenza sessuale nei confronti di un minore, un ragazzino di 13 anni.
Le indagini erano partite già nell’estate del 2014, quando la madre del 13enne si era rivolta ai carabinieri di Lanzo confidando le molestie, a sfondo chiaramente sessuale, rivolte verso il proprio figlio minore -allora poco più che tredicenne- da G.S., classe 1982, residente a Lanzo d’Intelvi, animatore del campo estivo parrocchiale. I Militari dopo attente perquisizioni, avevano sequestrato alcuni supporti informatici contenenti materiale pedopornografico. L'uomo è stato quindi assicurato alla giustizia.
Le risultanze investigative sono state avvalorate anche dalla Corte d’Appello di Milano che, confermando la sentenza di primo grado, ha condannato l'uomo a 3 anni e 6 mesi di reclusione.
I carabinieri della stazione di Alta Valle Intelvi, al termine dell’iter processuale, hanno dato corso all'ordine di esecuzione per la carcerazione per violenza sessuale aggravata su minore.
Il 36enne è stato portato nel carcere Bassone di Como, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, continuano a salire i contagi: in Lombardia sono 212

  • Fobia coronavirus, a Mariano Comense prendono a sassate un anziano cinese: interviene Dj Francesco

  • Coronavirus, ancora in prognosi riservata il paziente trasferito al Sant'Anna dal Lodigiano

  • Coronavirus, tre famiglie isolate nel comasco: misura precauzionale

  • Coronavirus, scuole chiuse e vietate le visite ai parenti in ospedale

  • Coronavirus, proposta shock in Ticino: chiudere accesso ai frontalieri

Torna su
QuiComo è in caricamento