Cronaca

Pd, cresce la corrente Lariopolda: la tavolata dei renziani doc (con un Fanetti a sorpresa)

Si ingrossa la corrente interna al Partito Democratico lariano che ha nell'ideatore della Lariopolda nonché sindaco di Albese con Cassato neotesserato dem, Alberto Gaffuri, il riferimento. Per quella che è stata ribattezzata come una...

renziani-19feb16-1

Si ingrossa la corrente interna al Partito Democratico lariano che ha nell'ideatore della Lariopolda nonché sindaco di Albese con Cassato neotesserato dem, Alberto Gaffuri, il riferimento. Per quella che è stata ribattezzata come una scanzonata "pizzata aperta a tutti" ma che sottotraccia (e nemmeno troppo) nasceva con due altre chiare finalità politiche (creare, sotto la regia di Fabrizio Pastorello, un Comitato per il sì alle riforme costituzionali del governo Renzi e per radicare di più la corrente renziana nata dalle due Lariopolde) ha aderito una cinquantina di persone tra amministratori, sostenitori e simpatizzanti.

renziani-19feb16-6Tutt'altro che pochi, dunque, e con una tutt'altro che casuale presenza al tavolo di due magliette-simbolo: quella, appunto, della Lariopolda e quella di "Adesso!", la rete dei "nativi renziani" nata lo scorso anno a Lomazzo e diffusa in tutta Italia. Insomma, un distillato di renzianesimo democratico comasco doc, la cui emersione ufficiale - con relative insidie - non era sfuggita nei giorni scorsi al segretario provinciale del partito, Angelo Orsenigo, e ancor più al segretario cittadino, Stefano Fanetti. I quali - un po' perfidamente, si narra - proprio prima di questa serata annunciarono la fondazione di un altro Comitato pro-riforme costituzionali così da dare un imprimatur ufficiale e primigenio all'iniziativa che pure il renzianissimo Pastorello pare stesso portando avanti già da tempo.

Sgambetti o meno, un piccolo colpo di scena si è consumato anche oggi nel locale. Pochi minuti dopo che i renziani della corrente Lariopolda si erano seduti al tavolo - oltre ad Alberto Gaffuri (con consorte) presenti tra gli altri anche Carlo Ballabio, Marcello Molteni, Giovanni Marchisio, Gianstefano Buzzi, Gioacchino Favara, Riccardo Gagliardi, il canturino Alessandro De Carlo - è spuntato proprio Stefano Fanetti. Grandi sorrisi, pacche sulle spalle, strette di mano e foto ricordo molto plastiche. Che poi sia amore vero tra il segretario del capoluogo e il mondo Lariopoldo, questo lo diranno i prossimi mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd, cresce la corrente Lariopolda: la tavolata dei renziani doc (con un Fanetti a sorpresa)

QuiComo è in caricamento