rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Dogana di Chiasso-Brogeda

Pasqua, invasione di turisti: 22km di coda per entrare in Italia da Chiasso

Un'invasione che non si vedeva dal 2019, prima che iniziasse la pandemia

Como, grazie alla bella giornata di sole e alla processione del venerdì Santo, ha vissuto un inizio di stagione turistica con il pienone ma sembrerebbe proprio che non solo il nostro lago, ma tutta l'Italia con la fine delle restrizioni legate al covid è tornata ad essere una delle mete preferite dai turisti stranieri come testimoniato dalle lunghe code verificatesi già oggi, venerdì 15 aprile, sull'autostrada A2, soprattutto tra il tunnel di San Gottardo e il valico doganale di Chiasso-Brogeda, in uscita verso l’Italia. Dalle prime ore della mattina, come riportano anche i colleghi di Today.it, le auto hanno continuato ad aumentare, fino a formare code che nella prima parte della giornata non sono scese sotto i 16km nel canton Uri, tra lo svincolo di Buochs e Göschenen, a causa dei dosaggi tramite semaforo alle gallerie.

Lunghe code per entrare in Italia

Ancora peggiore la situazione più a Sud, dove la coda nel tratto da Mendrisio al confine di Chiasso ha raggiunto anche un picco di 22 km, con un'attesa stimata di oltre 4 ore. Anche gli itinerari proposti come alternativa erano comunque congestionati, tanto che sull’A13 l’attesa nel traffico incolonnato tra l'uscita di Zizers e Bonaduz verso sud era di oltre un’ora e altri rallentamenti si erano formati tra Thusis e Mesocco lungo più punti del tracciato. Un arrivo in massa che non si vedeva dalla Pasqua 2019, l'ultima prima dell'inizio dell'epidemia, che ha poi avuto ripercussioni pesantissime su diversi settori, primo tra tutti proprio quello del turismo.

Pasqua 2022, 15 milioni in vacanza

Saranno 15 milioni gli italiani e gli stranieri che nei ponti di aprile si metteranno in viaggio nel nostro Paese per una spesa complessiva che si aggira intorno ai 5,5 miliardi. A prevederlo una indagine di Cna Turismo e Commercio condotta tra i propri associati in tutta Italia. Nei ponti di Pasqua e del 25 aprile dieci milioni di italiani si limiteranno a gite di una giornata o si recheranno in case di famiglia. Ma oltre cinque milioni di turisti sono intenzionati a pernottare in strutture ricettive perlomeno per una notte. E di questi più di un milione e mezzo saranno stranieri. La media dei pernottamenti - secondo Cna Turismo e Commercio - è prevista tra le due e le tre notti per i vacanzieri italiani, tra le tre e le quattro notti per gli stranieri. I turisti provenienti dall'estero arriveranno in netta prevalenza dall'Europa continentale, dal Regno Unito, dagli Usa e dal Canada.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasqua, invasione di turisti: 22km di coda per entrare in Italia da Chiasso

QuiComo è in caricamento