Paratie, spiegamento di forze sul lungolago. Verifiche sui presunti abusi edilizi

Maxi spiegamento di forze questa mattina sul cantiere delle paratie, nel versante verso Sant'Agostino. Un folto drappello di tecnici del Comune di Como, dell'azienda Sacaim e soprattutto della Provincia, accompagnati anche da agenti della...

paratie-19feb16-1

paratie-19feb16-8Maxi spiegamento di forze questa mattina sul cantiere delle paratie, nel versante verso Sant'Agostino. Un folto drappello di tecnici del Comune di Como, dell'azienda Sacaim e soprattutto della Provincia, accompagnati anche da agenti della polizia provinciale su un'imbarcazione, sta perlustrando palmo a palmo l'area e i manufatti realizzati dall'avvio dell'opera a oggi. Si tratta di una verifica legata sia alla delibera dell'Autorità Anticorruzione, sia all'inchiesta relativa avviata dalla procura di Como.

paratie-19feb16-7La Procura della Repubblica, come noto, procede per accertare che non siano stati compiuti reati edilizi, sismici e paesaggistici sul lungolago, zona sottoposta a vincolo paesaggistico e dichiarata di notevole interesse pubblico con 3 Decreti Ministeriali (del 16 agosto 1955, 7 giugno 1957 e 4 ottobre 1961). La contestazione circa la realizzazione di una serie di opere "in assenza di titolo abilitativo ed in variazione essenziale e/o totale difformità dal progetto esecutivo approvato dalla Giunta Comunale nel 1998" coinvolge la Provincia poiché proprio dall'ente di via Borgovico, nel 2008, arrivò la decisiva autorizzazione di natura paesaggistica. E oggi, quindi, i tecnici di Villa Saporiti - certamente in base anche all'azione specifica dei magistrati - stanno proprio controllando la rispondenza tra l'autorizzazione paesaggistica concessa ai tempi e quanto poi materialmente realizzato sul cantiere, nello specifico nella parte tra piazza Cavour e piazza Sant'Agostino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento