menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucini-Guzzetti-6feb16

Lucini-Guzzetti-6feb16

Paratie, l'outing di Guzzetti per Lucini: "Il sindaco è un martire". E stronca (ancora) il campus

Che il presidente della Fondazione Cariplo, il potentissimo avvocato comasco Giuseppe Guzzetti, fosse vicino al sindaco di Como, Mario Lucini, non era una novità. Che fosse stato munifico con il Comune - grazie ai 5 milioni assegnati al progetto...

Che il presidente della Fondazione Cariplo, il potentissimo avvocato comasco Giuseppe Guzzetti, fosse vicino al sindaco di Como, Mario Lucini, non era una novità. Che fosse stato munifico con il Comune - grazie ai 5 milioni assegnati al progetto di riqualificazione di Villa Olmo e dei suoi parchi e giardini - era altrettanto noto. Che il banchiere, ex presidente Dc della Regione Lombardia nonché ex senatore, si spingesse a un "outing" di sostegno a Mario Lucini tanto da accostarlo a un martire, forse questo era meno scontato. Eppure è accaduto stamane proprio a Villa Olmo, dove era in corso la presentazione dei lavori da 2,4 milioni di euro che entro un mese interesseranno il compendio (il resoconto specifico sarà pubblicato a breve)

Nel suo intervento di presentazione del progetto finanziato dall Fondazione, come detto, con ben 5 milioni, Guzzetti ha dapprima elogiato in maniera calorosa l'intervento del Comune ("Complimenti al sindaco e all'assessore Daniela Gerosa, sono grato a loro perché, vedendo questo bellissimo progetto, ho capito che ci stanno facendo spendere bene i nostri soldi con un intervento di cui andremo orgogliosi come comaschi"), poi è andato un passo oltre nel sostegno politico. Tanto che - nemmeno senza la sollecitazione giornalistica - Guzzetti ha affermato di "sperare che l'altro problema (il cantiere sul lungolago, ndr) si risolva" ma ha definito Lucini "un San Sebastiano, preso da tutte le parti, ma le responsabilità non sono sue e sono solidale". Per la cronaca, San Sebastiano è stato un militare romano, martire per aver sostenuto la fede cristiana e venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa Cristiana Ortodossa. Insomma, un paragone non proprio di basso profilo.

frangiE non è finita qui. Perché pur avendo parlato per una manciata di minuti, il presidente della Fondazione Cariplo è tornato pure (sempre spontaneamente) sulla scelta originaria di affidare i 5 milioni al progetto di Villa Olmo e non a quello concorrente e portato avanti all'epoca dall'ex presidente della Camera di Commercio, Paolo De Santis e dall'allora presidente di Univercomo, Mauro Frangi, per realizzare un campus un unviersitario al San Martino. "Per il campus mancavano 2 milioni e mezzo di euro - ha affermato riferendosi evidentemente al progetto finanziario proposto alla Fondazione - e mi ero raccomandato già due anni prima di procedere. Ma comunque, credo che il progetto di Villa Olmo avrebbe vinto lo stesso, perché qui c'è un monumento esistente". Come a dire che, al San Martino, di concreto c'era poco sul fronte economico-finanziario e strutturale.

Così parlò Giuseppe Guzzetti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

WeekEnd

Le 10 migliori gite al Lago di Como e dintorni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento