Cronaca

Paratie, il Comune chiede 3,2 milioni ai vecchi progettisti e porta in Tribunale pure Inarcheck

La giunta di Palazzo Cernezzi ha deliberato oggi di agire in giudizio per responsabilità contrattuale nei confronti di Inarcheck, la società che aveva validato il progetto dei lavori di difesa e protezione dalle esondazioni. Così come è stata...

Paratie, i primi progettisti all'Anticorruzione. Terragni: "Vicenda molto complessa"

La giunta di Palazzo Cernezzi ha deliberato oggi di agire in giudizio per responsabilità contrattuale nei confronti di Inarcheck, la società che aveva validato il progetto dei lavori di difesa e protezione dalle esondazioni. Così come è stata avviata la causa nei confronti dei progettisti - dice il Comune - "per la non corretta progettazione delle opere, il Comune ritiene che anche Inarcheck (che ottenne dalla giunta Bruni un incarico di 50mila euro per validare il progetto, ndr) sia responsabile nei confronti dell'amministrazione per omessa e/o errata valutazione del progetto. La causa nei confronti dei progettisti è pendente da ieri al Tribunale di Como e la richiesta presentata è di 3milioni e 200mila euro, somma pari all'aggravamento, a loro imputabile, delle spese sostenute e da sostenersi (qui trovate la posizione dei professionisti, ndr)". Per quanto riguarda Inarcheck, posto che Comune ritiene che la sua sia una responsabilità autonoma per inadempimento contrattuale, la quantificazione del danno sarà chiusa nei prossimi giorni. La società era già stata costituita in mora dall'amministrazione comunale lo scorso 21 gennaio 2015, per interrompere il termine della prescrizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paratie, il Comune chiede 3,2 milioni ai vecchi progettisti e porta in Tribunale pure Inarcheck

QuiComo è in caricamento