In pullman con 80 ovuli di cocaina in pancia: corriere della droga arrestato in dogana a Brogeda

In manette un 29enne nigeriano residente a Modena

Gli ovuli di cocaina espulsi dal 29enne

Viaggiava a bordo di un pullman turistico con 80 ovuli di cocaina in pancia. A finire in manette è stato un 29enne di nazionalità nigeriana residente a Modena, scoperto dalla Guardia di Finanza di Ponte Chiasso. 

Tutto è partito da un controllo svolto dai militari in collaborazione con i funzionari doganali al valico di Como- Brogeda in ingresso nel territorio italiano: a bordo di un pullman turistico hanno scoperto una valigia abbandonata con all’interno poco meno di un chilo di marijuana, subito sequestrata. 

Le Fiamme Gialle hanno quindi deciso di controllare tutti i passeggeri presenti a bordo del mezzo. A destare sospetti è stato l’atteggiamento di un uomo di 29 anni, di nazionalità nigeriana e residente a Modena.

L'uomo, infatti, ha dichiarato di rientrare da un viaggio durato diversi giorni ma era privo di bagagli e le risposte fornite sono apparse evasive e contraddittorie. Il 29enne è apparso anche molto agitato, per questo i finanzieri hanno deciso di sottoporlo ad un esame radiografico presso l’Ospedale Sant’Anna per verificare se trasportasse o meno sostanza stupefacente.

La radiografia ha confermato la presenza di corpi estranei all’interno dell’addome, verosimilmente ovuli. L'uomo è stato quindi trattenuto al Sant'Anna sotto la vigilanza dei finanzieri che, nell’arco di 2 giorni, hanno recuperato 80 ovuli per un peso complessivo di circa 800 grammi contenenti sostanza stupefacente di tipo cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il corriere è stato arrestato ed è tutt’ora ricoverato e piantonato presso l'ospedale comasco in attesa della completa espulsione dei restanti ovuli. La sostanza stupefacente, quattro telefoni cellulari ed altri oggetti utili allo sviluppo delle indagini, sono stati sottoposti a sequestro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

  • Tatiana Ortelli, la ragazza morta nell'incidente in via per Cernobbio

  • Ritrovato il corpo di Mattia Gandola, annegato nel lago del Segrino

  • Auto cade nel lago: morta una ragazza in via per Cernobbio

  • Il racconto di una delle giovani vittime e la scoperta del night con prostituzione "di lusso"

  • Incidente via per Cernobbio, arrestato il ragazzo alla guida per reato stradale: aveva bevuto troppo

Torna su
QuiComo è in caricamento