In pullman con 80 ovuli di cocaina in pancia: corriere della droga arrestato in dogana a Brogeda

In manette un 29enne nigeriano residente a Modena

Gli ovuli di cocaina espulsi dal 29enne

Viaggiava a bordo di un pullman turistico con 80 ovuli di cocaina in pancia. A finire in manette è stato un 29enne di nazionalità nigeriana residente a Modena, scoperto dalla Guardia di Finanza di Ponte Chiasso. 

Tutto è partito da un controllo svolto dai militari in collaborazione con i funzionari doganali al valico di Como- Brogeda in ingresso nel territorio italiano: a bordo di un pullman turistico hanno scoperto una valigia abbandonata con all’interno poco meno di un chilo di marijuana, subito sequestrata. 

Le Fiamme Gialle hanno quindi deciso di controllare tutti i passeggeri presenti a bordo del mezzo. A destare sospetti è stato l’atteggiamento di un uomo di 29 anni, di nazionalità nigeriana e residente a Modena.

L'uomo, infatti, ha dichiarato di rientrare da un viaggio durato diversi giorni ma era privo di bagagli e le risposte fornite sono apparse evasive e contraddittorie. Il 29enne è apparso anche molto agitato, per questo i finanzieri hanno deciso di sottoporlo ad un esame radiografico presso l’Ospedale Sant’Anna per verificare se trasportasse o meno sostanza stupefacente.

La radiografia ha confermato la presenza di corpi estranei all’interno dell’addome, verosimilmente ovuli. L'uomo è stato quindi trattenuto al Sant'Anna sotto la vigilanza dei finanzieri che, nell’arco di 2 giorni, hanno recuperato 80 ovuli per un peso complessivo di circa 800 grammi contenenti sostanza stupefacente di tipo cocaina.

Il corriere è stato arrestato ed è tutt’ora ricoverato e piantonato presso l'ospedale comasco in attesa della completa espulsione dei restanti ovuli. La sostanza stupefacente, quattro telefoni cellulari ed altri oggetti utili allo sviluppo delle indagini, sono stati sottoposti a sequestro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento