Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Omicidio di Veniano: 14 anni di carcere all'uomo di Fenegrò che uccise per uno spruzzo d'acqua

Fa discutere l'entità del risarcimento ai famigliari della vittima

I rilievi della scientifica la notte dell'omicidio di Hans Junior Krupe, a Veniano

È stato condannato a 14 anni di carcere, grazie al rito abbreviato, Gabriele Luraschi, il 48enne di Fenegrò che nel giugno del 2019 aveva accoltellato, causandone la morte, Hans Junior Krupe, il 25enne di origini olandesi ma residente a Veniano, che aveva avuto la sola colpa di schizzare Luraschi con l'acqua di una fontanella. Ascoltando la richiesta del pubblico ministero Pasquale Addesso, il giudice dell'udienza preliminare ha applicato lo sconto di un terzo della pena. Il 48enne è stato anche condannato a risarcire i genitori e le due sorelle della vittima con una cifra che per ora è stata fissata a 200mila euro - secondo alcuni troppo poco - ma che potrebbe cambiare dopo la quantificazione del giudice civile.

Sembra così chiudersi, almeno dal punto di vista giudiziario, una vicenda che aveva scosso parecchio la comunità. Anche perché tutto si era svolto nel giro di pochi minuti, durante una festa di paese, un momento che avrebbe dovuto essere di spensieratezza e che invece, a causa del classico colpo di rabbia, si era trasformata in una tragedia irreversibile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Veniano: 14 anni di carcere all'uomo di Fenegrò che uccise per uno spruzzo d'acqua

QuiComo è in caricamento