Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca Via Filippo Turati

Delitto di Mozzate, l'omicida confessa: arrestato un 50enne

L'uomo ha collaborato e indicato dove aveva buttato il coltello

I militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cantù e della Stazione di Mozzate, nel corso della serata di ieri, 6 agosto 2020, hanno arrestato B.F., cittadino italiano, classe 1970, residente a Mozzate, responsabile
del reato di omicidio di Lorenzo Borsani di 36 anni. 

Il fatto risale alla serata di ieri dove B.F si era recato da una conoscente per una riparazione idaulica. Erano circa le 18,30.

Una volta terminato il lavoro, il 50enne aveva notato che qualcuno aveva squarciato le gomme della sua auto. In quel momento è arrivato Lorenzo Borsani che, presumibilmente per morivi di gelosia, ha cominciato una lite che purtroppo è degenerata quando B.F. ha estratto un coltello e con una pugnalata al torace ha ferito mortalmente il 36enne. 

Il colpevole dell'omicidio di Borsani, è stato subito individuato, grazie ad alcune testimonianze e, secondo quanto riportato dagli organi ufficiali, non avrebbe opposto alcuna resistenza e avrebbe collaborato pienamente con le forze dell'ordine, indicando anche il punto esatto dove aveva gettato l'arma del delitto (un coltello Opinel a serramanico della lunghezza complessiva di 23 cm). 

Inoltre sono stati anche trovati i suoi abiti impregnati di sangue a casa della compagna, dove era stato individuato già ieri in serata dai carabinieri. 

L'uomo è stato quindi condotto al Bassone in attesa di giudizio di convalida. 

Purtroppo, come noto, per Lorenzo Borsani, portato in elisoccorso ieri sera all'ospedale di Varese, non c'è stato nulla da fare, se non constatare il decesso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di Mozzate, l'omicida confessa: arrestato un 50enne

QuiComo è in caricamento