Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Omicidio di Mozzate, arrestata la complice

Monica Sanchi, cameriera di Riccione di 36 anni, è stata arrestata con l'accusa di concorso in omicidio nell'assasinio di Lidia Nusdorfi, uccisa dall'ex compagno albanese Dritan Demiraj nel sottopasso della stazione di Mozzate. Lei stessa avrebbe...

Monica Sanchi, cameriera di Riccione di 36 anni, è stata arrestata con l'accusa di concorso in omicidio nell'assasinio di Lidia Nusdorfi, uccisa dall'ex compagno albanese Dritan Demiraj nel sottopasso della stazione di Mozzate. Lei stessa avrebbe confessato davanti al pubblico ministero Simone Pizzotti dopo 6 ore di interrogatorio. La donna, che ora si trova al carcere Bassone di Como, avrebbe raccontato di come ha aiutato Demiraj ad attirare l'ultimo fidanzato della Nusdorfi, Silvio Mannina, in una cava del Riminese dove è stato strangolato dall'albanese con un cavo. Non solo, Monica Sanchi avrebbe anche dichiarato di essere al corrente di un terzo presunto omicidio che Demiraj avrebbe commesso in Albania uccidendo suo cugino perché, proprio come Mannina, avrebbe avuto una relazione amorosa con Lidia Nusdorfi.

Al momento, comunque, la donna sarebbe indagata esclusivamente per avere contribuito a organizzare il piano che ha permesso a Demiraj di compiere il delitto di Mozzate. Utilizzando il cellulare di Mannina avrebbe inviato una serie di sms a Lidia per convincerla a presentarsi a un appuntamento nel sottopasso della stazione dove l'ex compagno albanese l'ha poi accoltellata.

Si parla di

Video popolari

Omicidio di Mozzate, arrestata la complice

QuiComo è in caricamento