menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Auto della polizia al Don Guanella di Como

Auto della polizia al Don Guanella di Como

Omicidio al Don Guanella: due anziane sospettate

Si attende il test del DNA sul guanto trovato nella bocca della vittima

Due donne anziane sono sospettate di avere commesso l'omicidio della pensionata trovata morta con un guanto di lattice in bocca la sera del 24 settembre 2017 nel suo letto, nella casa di riposo Don Guanella di Como, in via Tommaso Grossi. La procura della Repubblica di Como ha notificato due avvisi di garanzia. La prima donna sospettata è l'anziana di 94 anni compagna di stanza della vittima - la 91enne Dolores De Bernardi - mentre la seconda è una donna di 78 anni che frequentava la casa di riposo poiché suo marito si trova ospite della struttura.

Per la compagna di stanza l'ipotesi di reato è omicidio, mentre per l'altra donna la procura indaga nella direzione di omicidio e calunnia. Infatti, secondo alcuni infermieri della casa di riposo Don Guanella la 78enne sarebbe stata vista nascondere guanti in lattice in posti riconducibili alla prima sospettata, per esempio sotto il guanciale o nella sua borsa. Ecco perché calunnia: se emergesse la responsabilità della 78enne nell'omicidio potrebbe essere accusata anche di avere cercato di sviare le indagini per far ricadere la colpa sulla compagna di stanza di Dolore De Bernardi.

Ad ogni modo non si tratterebbe di concorso in omicidio. Le due donne, è questa l'ipotesi, sono sospettate sepratamente tra loro, dunque non si ravvisano elementi per ritenere che abbiano potuto agire insieme. Insomma, potrebbe essere stata o l'una o l'altra. Ma ulteriori elementi fondamentali ai fini dell'inchiesta potrebbero emergere con i risultati del test del DNA che è stato disposto sul guanto in lattice rinvenuto nella cavità orale della vittima.

Almeno per la prima sospettata si ipotizza che il movente possa ricondursi alle continue lamentele che la vittima esprimeva a causa della malattia, tali, forse, da provocare fastidio nella sua compagna di stanza al punto da spingerla ad ucciderla. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ville da sogno: la casa di pietra sul lago di Como

Attualità

Como e Lombardia in zona arancione da lunedì 12 aprile

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 10 aprile: 276 nuovi casi

  • Coronavirus

    Controlli anti-covid: il bar Pianta di Torno chiuso per 3 giorni

  • Cronaca

    Cocaina, marijuana e hashish: arrestato 24enne di Lazzate

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento