menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
polizia-auto-volante

polizia-auto-volante

Nuove truffe ad anziani in centro e a Rebbio. Ma per difendersi basta poco

Ancora due truffe ad anziani a Como. Entrambe portate a segno nella mattinata: una in zona Como Borghi, l'altra in zona Rebbio. Il modus operandi dei truffatori è sempre lo stesso, identico a quello utilizzato negli ultimi mesi per compiere truffe...

Ancora due truffe ad anziani a Como. Entrambe portate a segno nella mattinata: una in zona Como Borghi, l'altra in zona Rebbio. Il modus operandi dei truffatori è sempre lo stesso, identico a quello utilizzato negli ultimi mesi per compiere truffe ai danni di anziani in città e in provincia. Un sedicente tecnico del gas riesce a convincere una donna anziana di rientro a casa a farlo entrare per un controllo dell'impianto dell'abitazione. Una volta entrato l'uomo riesce a lasciare socchiusa la porta in modo che un complice possa introdursi bussando e spacciandosi per un poliziotto o un carabiniere in borghese. Tra le mani il complice ostenta alcuni oggetti di proprietà della vittima affermando che sono il provento di un furto. Così si fa mostrare altri oggetti di valore con la scusa di verificare che non ne siano stati rubati altri. intanto il falso tecnico del gas si dà da fare per arraffare quello che può.

Questa scena si è ripetuta per due volte questa mattina. In un caso i truffatori hanno rubato circa mille euro. In entrambi i casi è intervenuta la polizia della Questura di Como che sta indagando. I malfattori sono due uomini che parlano italiano senza particolari accenti o inflessioni dialettali.

Per difendersi da tali truffe, però, basta poco, ma non bisogna avere paura di prendere alcuni piccoli accorgimenti: mai far entrare in caso il presunto tecnico del gas, dell'acqua o della luce, anche se si pensa che sia onesto e sincero. Si devono avvertire le forze dell'ordine che effettueranno un controllo anche sul posto per verificare l'identità del "tecnico". Se si tratta di una persona onesta che deve fare solo il suo lavoro resterà ad aspettare, altrimenti in pochi istanti si dileguerà. Insomma, non bisogna mai fidarsi della sola parola della persona che chiede di entrare in casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lago di Como, cinque trattorie all'aperto con vista mozzafiato

WeekEnd

Le 10 migliori gite al Lago di Como e dintorni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento