menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nel weekend famiglie, insegnanti e richiedenti asilo fanno più belle le scuole

Nel weekend famiglie, insegnanti e richiedenti asilo fanno più belle le scuole

Nel weekend famiglie, insegnanti e richiedenti asilo fanno più belle le scuole

Bambini, genitori, insegnati e - novità di quest'anno - un gruppo di richiedenti asilo: tutti assieme (e saranno centinaia) appassionatamente per fare più belle le scuole comunali di Como. Accadrà sabato e domenica prossimi (ma anche nei fine...

Bambini, genitori, insegnati e - novità di quest'anno - un gruppo di richiedenti asilo: tutti assieme (e saranno centinaia) appassionatamente per fare più belle le scuole comunali di Como. Accadrà sabato e domenica prossimi (ma anche nei fine settimana dopo Pasqua) nell'ambito dell'iniziativa di Legambiente "Non ti scordar di me" che ha come obiettivo il coinvolgimento di alunni, docenti e famiglie per lavori più o meno piccoli di manutenzione, riordino e pulizia degli edifici scolastici e degli spazi verdi relativi.

"Siamo davvero contenti delle sempre maggiori adesioni al progetto - ha affermato il responsabile del circolo di Legambiente "Angelo Vassallo", Michele Marciano - La disponibilità di famiglie, insegnanti e amministrazione comunale è stata davvero molta e siamo convinti che progetti del genere, che stimolano il coinvolgimento di tutti per rendere più belle ed accoglienti le scuole, siano una speranza per una società futura migliore". "La sensibilità verso questa iniziativa - ha affermato il vicesindaco Silvia Magni - è sempre in crescita e questo ha comportato il coinvolgimento di molti settori dell'amministrazione che tengo a ringraziare tutti. Puntiamo a favorire la cittadinanza attiva con un senso di partecipazione, attenzione e cura per il bene pubblico che parte prima di tutto dai ragazzi per toccare genitori e insegnanti".

Come detto, le giornate specifiche di "Non ti scordar di me" saranno quelle di sabato e domenica prossimi. Ma le attività dei volontari proseguiranno anche nelle settimane successive.

"L'idea - ha concluso il dirigente Massimo Patrignani - è stimolare sempre più la partecipazione, che crediamo sarà sempre più un capitolo importante delle attività dell'amministrazione comunale".

"L'attenzione per le scuole da parte del Comune di Como è sempre alta - ha affermato l'assessore all'Edilizia pubblica, Daniela Gerosa - Purtroppo la nostra attività, anche se affiancata dagli sforzi dei presidi, non riesce ancora a soddisfare tutte le esigenze di manutenzione degli edifici pubblici che per la stragrande maggioranza risalgono a prima degli anni '70 e in alcuni casi persino a fine 1.800. Ecco perché siamo ben contenti di poter contare su queste iniziative di volontariato, che arrivano dove noi ancora non riusciamo".

Le scuole di Como coinvolte saranno quelle di via XX Settembre, via Fiume, via Briantea, via Zezio e la media di via Gramsci per Como Centro. Per Como Borghi quelle in Salita Cappuccini, Sant'Elia, Gobbi, Vacchi oltre alla secondaria di primo grado Virgilio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento