menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muro e paratie in prima serata su Sky a #pubblicospreco. Ferro nel mirino

Dieci minuti in prima serata su SkyTg24 per le paratie di Como, questa sera, nel cuore della trasmissione dall'evocativo nome #pubblicospreco, condotta dalla direttrice Sarah Varetto. A confezionare il servizio, l'inviato che spesso si è...

Dieci minuti in prima serata su SkyTg24 per le paratie di Como, questa sera, nel cuore della trasmissione dall'evocativo nome #pubblicospreco, condotta dalla direttrice Sarah Varetto. A confezionare il servizio, l'inviato che spesso si è occupato delle vicende comasche e in particolare del caso paratie, Carlo Imbimbo. Non sono emerse novità nei circa 15 minuti di servizio, ma non era questo l'obiettivo del programma che ha trattato anche altri casi italiani di cantieri ritenuti scandalosi per sperpero di risorse pubbliche.

Per il lungolago si è assistito, di fatto, a un riassunto dell'incredibile vicenda-paratie in cui non sono mancati un'intervista al capogruppo di Adesso Como, Alessandro Rapinese, che ha puntato il dito sul sindaco Mario Lucini, le immagini del muro con l'ex assessore Fulvio Caradonna ripreso in piedi sulla struttura poi demolita, una breve intervista al primo cittadino che ha ribadito le ragioni delle modifiche progettuali e della relativa crescita dei costi (passati dai 15 milioni iniziali ai 33 attuali) ma soprattutto qualche stoccata in particolare al dirigente comunale e responsabile del procedimento, Antonio Ferro. Per il quale, Imbimbo ha sottolineato la particolarità del ruolo, prima (ai tempi della giunta di centrodestra) come dirigente che si occupò del progetto originario appaltato a Sacaim e ora come dirigente che ha seguito e avallato le radicali modifiche progettuali motivate con le carenze degli elaborati iniziali e con l'ormai celebre "sorpresa geologica".

Non è mancato un breve spezzone del piccolo inseguimento dello stesso giornalista Carlo Imbimbo a Ferro a Roma, al termine di uno dei colloqui nella sede dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (alla fine il dirigente si è comunque brevemente fermato per rispondere davanti alle telecamere).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento