Cronaca

Multe telelaser, Frisoni: "Ma quale cassa, bisogna rispettare anche i 30 Km/h"

"Io sto con i vigili, che stanno lavorando in maniera impeccabile". L'assessore alla Polizia locale, Paolo Frisoni, affronta senza fare una piega i primi accenni di polemiche sull'utilizzo del telelaser da parte dei vigili in numerose vie della...

Multe telelaser, Frisoni: "Ma quale cassa, bisogna rispettare anche i 30 Km/h"

"Io sto con i vigili, che stanno lavorando in maniera impeccabile". L'assessore alla Polizia locale, Paolo Frisoni, affronta senza fare una piega i primi accenni di polemiche sull'utilizzo del telelaser da parte dei vigili in numerose vie della città (oggi in via Bellinzona, dove il limite di 30 km/h ha mietuto diverse "vittime" con multe fino a 531 euro e patenti ritirate).

"Qui bisogna intendersi - esordisce l'assessore - O certi limiti vengono giudicati sbagliati e inappropriati e si cambiano, oppure se sono adeguati vanno rispettati. Nel caso di oggi in via Bellinzona, non vi è alcun errore. E d'altronde mi pare che chi è stato multato non andasse 2 o 3 chilometri orari oltre il limite ma anche oltre 40. Dunque non capisco le polemiche". Frisoni, al contrario, si schiera apertamente con l'attività della polizia locale.

telelaser-30mar15-2"Gli agenti stanno lavorando molto bene - afferma l'assessore - Basti pensare che ogni volta viene comunicata in anticipo la collocazione del telelaser, cosa che non sarebbe affatto obbligatoria e che infatti oltreconfine non accade affatto in maniera sistematica. In Italia invece vogliamo essere anche avvisati, quando dovrebbero bastare i cartelli a imporre il rispetto dei limiti di velocità". Il tema dei 30 Km/h ritorna, nel discorso. "Un limite troppo basso? Talvolta può essere un piccolo sacrificio rispettarlo - sottolinea l'assessore - Ma la realtà è che in città dovremo abituarci sempre più a quel limite. D'altronde la sicurezza dei pedoni e non soltanto va garantita: a 50 km/h orari un impatto equivale già a una caduta dal terzo piano di un edificio, non mi pare cosa da poco".

Ultima obiezione a cui ribatte Frisoni è l'accusa di voler "fare cassa". "Ma assolutamente no - afferma l'assessore alla Polizia locale - I dati sulle multe e sugli introiti lo dimostreranno e comunque già l'anno scorso incassammo centinaia di migliaia di euro in meno dell'anno ancora precedente. In accordo con il Comando della polizia locale stiamo attuando una campagna di prevenzione e non punitiva per nessuno. Lo dimostra anche la presenza degli agenti nei quartieri, dove fino a pochi mesi fa si faceva pura opera di ascolto dei cittadini e ora, invece, si effettua vigilanza vera e propria. Insomma, io sto con i vigili perché stanno lavorando bene e con ottimi risultati nell'interesse della cittadinanza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe telelaser, Frisoni: "Ma quale cassa, bisogna rispettare anche i 30 Km/h"

QuiComo è in caricamento