Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Mozzate, la confessione: ha ucciso anche il fidanzato di Lidia

Dritan Demiraj, l'assassino di Lidia Nusdorfi - uccisa il primo marzo nel sottopasso della stazione di Mozzate - ha confessato anche l'omicidio dell'ultimo fidanzato della donna. Si chiamava Silvio Mannina, aveva 30 anni. Stando al racconto...

Dritan Demiraj, l'assassino di Lidia Nusdorfi - uccisa il primo marzo nel sottopasso della stazione di Mozzate - ha confessato anche l'omicidio dell'ultimo fidanzato della donna. Si chiamava Silvio Mannina, aveva 30 anni. Stando al racconto di Demiraj lo avrebbe ucciso in una zona boschiva in provincia di Rimini strozzandolo con un cavo. Poi avrebbe utilizzato il suo telefono cellulare per scrivere a Lidia (nella foto in basso) e convincerla a incontrarlo alla stazione di Mozzate dove l'ha accoltellata a morte. Sembra che l'omicidio di Mannina sia stato l'epilogo di una furibonda lite scoppiata a causa di alcune immagini che ritraevano la donna e il suo ultimo fidanzato in atteggiamenti intimi. Lidia Nusdorfi, 35 anni

Dritan Demiraj, 29 anni di origine albanese (nella foto in alto), ha confessato spontaneamente. Ora dovrà rendere conto di ogni dettaglio al pubblico ministero comasco Simone Pizzotti e sarà condotto in Emilia Romagna per guidare gli investigatori sul luogo del delitto appena confessato. Le ricerche di Silvio Mannina andavano avanti già dal giorno dell'omicidio della Nusdorfi. Infatti, l'uomo non era rintracciabile, tanto che si è occupata della sua sparizione anche la trasmissione Chi l'ha visto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mozzate, la confessione: ha ucciso anche il fidanzato di Lidia

QuiComo è in caricamento